Prorogata la mostra di Fabio Colussi a Trieste fino al 15

3 Gennaio 2020

Marina istriana con pescatori

TRIESTE. In considerazione del vasto successo di pubblico, la mostra “Fabio Colussi. Il pittore dell’Adriatico”, curata da Marianna Accerboni, è stata prorogata fino al 15 gennaio al Salone d’arte di Trieste (via della Zonta 2). In mostra il tema prediletto della veduta marina triestina e veneziana, declinata attraverso quasi una trentina di oli su tela e su tavola inediti, realizzati con grande maestria principalmente tra il 2018 e il 2019.

Nell’arte di Colussi – scrive Marianna Accerboni – s’intrecciano la luce della grande pittura veneta e mediterranea e i toni umbratili della cultura visiva mitteleuropa. Nei lavori dell’artista triestino compare infatti spesso una luce azzurro-grigia, che più che un colore rappresenta un’atmosfera, una sorta di evocazione di quello “sturm und drang” (tempesta e impeto), che nel mondo germanico pose le basi del Romanticismo. Stilemi che ritroviamo sottilmente soffusi nei suoi dipinti, caratterizzati da ripetute e raffinate velature e da un cromatismo deciso ma morbido (orario: tutti i giorni 10 · 12.30 e 16 · 19/ info 348 8965899).

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!