Promozione della lettura nei comuni montani Da venerdì

19 Agosto 2020

Torna per la quinta edizione “Nessuno Escluso” il progetto di diffusione e promozione della lettura che vuole consolidare il ruolo delle biblioteche per le piccole comunità e spingere l’integrazione tra le lingue e le culture presenti sul territorio. Come sempre articolato su diverse attività, Nessuno Escluso si apre con una serie di appuntamenti estivi nei comuni di Resia, Resiutta, Chiusaforte, Malborghetto – Valbruna, Tarvisio, Moggio Udinese, Pontebba, dal 21 agosto al 4 settembre, per poi continuare il suo percorso autunnale nelle scuole e nelle biblioteche del Canal del Ferro e della Val Canale. Tutti gli incontri estivi, aperti al pubblico e gratuiti, avranno posti limitati ed è consigliata la prenotazione. L’iniziativa si svolge nell’ambito di Leggiamo 0-18, il progetto regionale di promozione della lettura, ed è a cura di Damatrà Onlus.

Sette, dunque, gli appuntamenti estivi con alcuni “comuni denominatori”: i bambini che assisteranno alle letture ascolteranno il racconto in cuffie wireless. Le cuffie, infatti, garantiscono il corretto distanziamento tra i bambini e consentono loro di concentrarsi di più sulle parole e sulla narrazione del lettore, in uno spazio che risulterà dilatato e silenzioso. Tutti i racconti che sono stati scelti per gli incontri sono incentrati su fiabe tradizionali della tradizione orale e su argomenti mitologici delle più diverse culture: tutte storie, dunque, nate per essere raccontate a voce e per questo ancora più immaginifiche. Infine, per ogni incontro, saranno disponibili tante lenzuola sulle quali bambini e adulti potranno distendersi per tracciare la loro sagoma con un pennarello, un gesso o un filo rosso: proprio il filo rosso è il simbolo che unisce storie e bambini di Nessuno Escluso. Le sagome sulle lenzuola saranno portate da Damatrà nelle scuole quando verranno proposti i laboratori, in ottobre, e diventeranno (debitamente modificate dai bambini) mostri, creature e altri animali per nuove storie fatte dai bambini delle scuole.

“Ulisse il re dei viaggi” è il primo titolo che i piccoli lettori potranno condividere a Resia, venerdì 21 agosto, alle 18, nell’area retrostante il Municipio – (frazione di Prato). Si tratta della storia del viaggiatore più celebre, più curioso e più furbo della letteratura e dell’immaginario del mondo. Ma non tutta la storia … solo un pezzetto. In caso di maltempo l’attività si svolgerà al coperto nella palestra comunale presso le scuole. Informazioni: Biblioteca Comunale 0433 53554 / biblio_museo@libero.it

A Resiutta, sabato 22 agosto, alle 18 il ritrovo è alla biblioteca comunale per leggere insieme “Il mondo prima del mondo”: una grande tartaruga, o un gigante bianco; un albero pieno di luce, o un bastone…In maniere incredibili i popoli antichi hanno risposto alla domanda: com’è nato il mondo? In caso di maltempo l’attività si svolgerà al coperto, nell’atrio antistante i locali della biblioteca. Informazioni: Raffaella Savoia 349 2950427 e Cristina Savoia 393 1035176, oppure Biblioteca Comunale: biblioteca.resiutta@gmail.com

A Chiusaforte, domenica 23 agosto, alle 18 sarà “Scacco al re” la storia protagonista, nel prato a fianco del teatro, presso il centro scolastico. Si tratta dell’Orlando Furioso, raccontato ai più piccoli, come una grande partita a scacchi. Chi farà la prima mossa? In caso di maltempo l’attività si svolgerà al coperto in teatro. Informazioni: Genny Pegoraro 340 5917120

Gli appuntamenti continuano nei fine settimana successivi, fino al 4 settembre, tra Malborghetto, Tarvisio, Moggio Udinese e Pontebba. Nessuno Escluso si svolge grazie al patrocinio dei Comuni che ospitano le attività: Resia, Resiutta, Chiusaforte, Malborghetto – Valbruna, Tarvisio, Moggio Udinese, Pontebba

LeggiAmo 0-18 è il progetto regionale di promozione della lettura della Regione che ha come partner il Consorzio culturale del Monfalconese (coordinatore), il Centro per la Salute del Bambino Onlus, Damatrà Onlus, l’Aib Associazione Italiana Biblioteche – Sezione Fvg e l’Associazione Culturale Pediatri e l’Ufficio Scolastico Regionale del Friuli Venezia Giulia.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!