I Primati, antenati pensanti

2 Novembre 2016

UDINE. Importante conferenza a Udine, che ha per titolo The thinking primate e sarà tenuta da Ian Tattersall, curatore del Museo di Storia Naturale di New York, uno dei massimi esponenti della paleoantropologia mondiale. La conferenza è organizzata dall’Università di Udine e si terrà venerdì 4 novembre, alle 17 nell’Aula 9 di Palazzo di Toppo Wassermann, Via Gemona 92, Udine. Presentano la serata il prof. Francesco Nazzi, delegato del Rettore alla Cultura, e il dr. Giuseppe Muscio, Direttore del Museo friulano di Storia Naturale di Udine. Introdurrà il tutto il prof. Angelo Vianello. La conferenza del dr. Tattersall si terrà in inglese, ma è prevista la traduzione.

Com’è possibile che gli esseri umani siano diventatati delle creature così straordinarie? Ebbene, già la semplice ricostruzione della storia evolutiva di Homo sapiens da bizzarri scimmioni è assai problematica e soggetta a continui aggiornamenti. Ciò che possiamo dire con sufficiente attendibilità, è che siamo la risultante di un processo evolutivo tutt’altro che lineare verso la perfezione. Siamo piuttosto il frutto di una serie di fenomeni contingenti che hanno portato alla comparsa di più specie del genere Homo; un vero e proprio “cespuglio” sul grande albero della vita. Ora, però, siamo rimasti solo noi, H. sapiens. Perciò, ancora più enigmatica appare la comparsa del linguaggio e del pensiero simbolico tipici nella nostra specie. Ian Tattersall con il suo stile profondo e brillante ci descriverà le principali tappe dell’evoluzione degli esseri umani, per poi proporci un’originale spiegazione di come siano potute emergere queste due straordinarie peculiarità, attraverso meccanismi che si
pongono ben oltre il darwinismo classico.

Condividi questo articolo!