Prima il concerto, poi il libro Evento alla Galleria Pizzinato

14 Maggio 2016

PORDENONE. Domenica 15, alle 17, nell’ambito degli eventi collaterali alla mostra in corso dedicata al maestro dell’informale Luigi Boille, la galleria d’arte moderna e contemporanea Armando Pizzinato ospita il concerto di musica improvvisata Timeframes, progetto di Massimo De Mattia a cura di Associazione Odeia & Jazz Koinè. Suonano Giancarlo Schiaffini, trombone; Daniele d’Agaro, clarinetto; Massimo De Mattia, flauto; Giovanni Maier contrabbasso. A seguire (ore 17.45) presentazione del libro di Giancarlo Schiaffini “Tragicommedia dell’ascolto”. Un nuovo testo, che segue il fortunato “E non chiamatelo jazz”, dove l’autore utilizza le sue esperienze di compositore, esecutore e improvvisatore per celebrare l’ascolto come momento indispensabile di una fenomenologia del discorso musicale.

Giancarlo Schiaffini

Giancarlo Schiaffini

La sua apertura all’intero universo sonoro, senza limiti alla curiosità o pregiudizi restrittivi, fa sì che queste esperienze musicali, da metà anni ’60 fino a oggi, abbiano come caratteristica principale l’eterodossia e l’ibridismo tra territori solitamente percepiti come distanti. Proprio questa convivenza di stili, in un universo poliedrico, rende la sua riflessione sull’ascolto una proposta di dialogo stimolante che invita tutti gli amanti della musica a un intelligente e riverberante rispecchiarsi. La tragicommedia dell’ascolto è la sostanza della vita musicale: cos’è il musicista, se non un essere capace. Giancarlo Schiaffini, compositore-trombonista-tubista, ha partecipato alle prime esperienze di free-jazz in Italia negli anni ’60.

Fa parte della Italian Instabile Orchestra, tiene corsi e seminari in Italia (anche a Siena Jazz) e all’estero. Ha collaborato con John Cage, Karole Armitage, Luigi Nono e Giacinto Scelsi. Ha partecipato, come compositore ed esecutore, a numerosi festival e stagioni concertistiche in importanti teatri italiani (tra cui Teatro alla Scala, Accademia di S. Cecilia, Upic e Festival d’Automne di Parigi, Reina Sofia di Madrid, Ars Musica di Bruxelles, Wien Modern, Alte Oper di Francoforte, Filarmonica di Berlino, JazzYatra (India), UNEAC di Cuba, Maggio Musicale Fiorentino, Lincoln Center e Hunter College (New York), New Music Concerts di Toronto. Molto autori contemporanei gli hanno dedicato dei brani. Ingresso libero.

Condividi questo articolo!