Presentazione di Acta Histriae alla Libreria Friuli di Udine

8 Maggio 2019

UDINE. Giovedì 9 maggio alla Libreria Friuli di Udine in via dei Rizzani ci sarà alle 18 la presentazione del numero tematico della rivista Acta Histriae, dedicato alla Guerra fredda. Sono previsti gli interventi di: Gorazd Bajc, presentazione della rivista; Urška Lampe – Guerra gelida a Belgrado. Le deportazioni in Jugoslavia dalla Venezia Giulia nel secondo dopoguerra. La questione degli elenchi e nuove fonti; Federico Tenca Montini – La soluzione migliore per Trieste: la proposta jugoslava di amministrazione congiunta del Territorio libero di Trieste (1952–1953).

Il numero tematico della rivista Acta Histriae (26, n. 3/2018) presenta una serie di studi sulla Guerra Fredda e in particolare sul triangolo Italia – Jugoslavia – Stati Uniti. La presentazione del volume è organizzata dall’Istituto Friulano per la Storia del Movimento di Liberazione. La rivista Acta Histriae, fondata nel 1993, pubblica saggi scientifici in quattro lingue (sloveno, croato, italiano e inglese). Grazie all’inclusione nelle più prestigiosi sistemi di indicizzazione internazionale si è affermata negli anni come tra i più importanti riferimenti a livello europeo per le ricerche di storia e di discipline affini.

Gorazd Bajc è professore associato di Storia europea e Storia dei Balcani all’Università di Maribor e collabora con l’Università di Lubiana. I suoi principali campi di ricerca sono la storia dei servizi di intelligence, l’antifascismo, le relazioni italo-slovene/jugoslave, la storia dei Balcani, la minoranza slovena in Italia. Ha svolto attività di ricerca a Londra, Roma, Belgrado, Praga, Lubiana e negli Usa. È autore di numerose pubblicazioni scientifiche e redattore delle riviste, Acta Histriae e Annales – Series Historia et Sociologia.

Urška Lampe è ricercatrice all’Istituto Irris e redattrice delle riviste Acta Histriae e Annales – Series Historia et Sociologia. Ha pubblicato vari studi di carattere storico. Nel 2018 ha vinto la prestigiosa borsa di studio Marie Skłodowska-Curiee della Commissione Europea, per un progetto di ricerca sviluppato con l’Università Ca’ Foscari di Venezia (mentore prof. Alessandro Casellato). I suoi interessi di ricerca vertono principalmente sulla storia delle relazioni tra Italia e Jugoslavia. Ha svolto attività di ricerca a Lubiana, Ginevra, Roma, Trieste, Belgrado e Londra.

Federico Tenca Montini collabora con l’Istituto Friulano per la Storia del Movimento di Liberazione (Ifsml). Fa inoltre parte del comitato di redazione della rivista Qualestoria dell’Isrec Fvg. Ha pubblicato 6 articoli scientifici in tre lingue. I suoi principali interessi di ricerca vertono sulla questione del confine tra Italia e Jugoslavia. Parla fluentemente il serbocroato e ha svolto attività di ricerca presso archivi a Belgrado, Zagabria e Lubiana. Collabora con varie realtà giornalistiche tra cui Internazionale, Osservatorio Balcani e Caucaso Transeuropa e il principale quotidiano croato Jutarnji List.

Condividi questo articolo!