Presentata la convenzione tra Malignani e Teatro Nuovo

20 Gennaio 2017

UDINE. Oggi, davanti a una platea affollata di studenti, è stata presentata la convenzione firmata tra le due istituzioni – Istituto Malignani e Teatro NUovo – nell’ambito dell’attività di alternanza scuola/lavoro promossa dall’istituto scolastico udinese. Alla conclusione, molte sono state le mani alzate alla richiesta di interesse per l’idea di lavorare in teatro, fatta dai professori responsabili del progetto, Roberto Verona e Cecilia Rizzotti. Il progetto si affianca alla diversificata offerta di percorsi del Liceo Malignani in ottemperanza alla Legge 107/15 sulla Buona Scuola e si raccorda sia con la consolidata esperienza del gruppo teatrale, sia con le numerose iniziative che i docenti organizzano per avvicinare gli studenti al teatro e alle forme artistiche che vi trovano espressione.

«Due istituzioni d’eccellenza presenti sul nostro territorio hanno dato vita a un progetto che vede nei giovani gli interlocutori privilegiati della cultura che, nella cultura, possono trovare nuovi percorsi professionali» ha affermato l’assessore alla Cultura del Comune di Udine Federico Pirone. «La collaborazione con la Fondazione Teatro Nuovo Giovanni da Udine evidenzia come la componente umanistica nell’insegnamento sia per il Malignani di Udine inscindibile da quella tecnico scientifica e offra nuove opportunità di inserimento professionale» ha detto il dirigente scolastico dell’Isis Malignani Andrea Carletti. «Quello che più ci ha convinti è il fatto che il teatro e il mondo dello spettacolo in genere, offrono occasioni di lavoro qualificato che sono in larga parte sconosciute, e che invece vanno scoperte e valorizzate» à stato il commento del presidente della Fondazione Teatro Nuovo Giovanni da Udine Paolo Vidali, che ha aggiunto: «Questo progetto è quindi un invito a innamorarsi del lavoro che viene fatto dietro le quinte».

«Un lavoro è bello quando è vissuto bene. Lavorare divertendosi è possibile, e non a caso in inglese recitare si dice to play, traducibile anche come giocare. Il teatro ha regole precise, ma mai ripetitive perché ogni spettacolo è unico. I tecnici, dal macchinista all’elettricista al fonico, si confrontano con le persone, non con uno schermo, e il loro lavoro ha effetti immediati. Un lavoro di responsabilità, dunque, ma anche un lavoro dalle molteplici soddisfazioni» ha precisato il responsabile tecnico Fondazione Teatro Nuovo Giovanni da Udine Stefano Laudato nell’esporre gli ambiti in cui gli allievi saranno inseriti.

Una ventina di allievi delle classi terze e quarte del Liceo Scienze Applicate, a gruppi di due alla volta e per periodi di una settimana ciascuno, affiancheranno così i tecnici di scena nel loro lavoro sul palco e dietro le quinte, in un rapporto tutor-allievo di 1:1. Speciale attenzione sarà data al tema della sicurezza: gli allievi, già formati dal Malignani, parteciperanno prima dello stage ad una sessione di addestramento sulla sicurezza specifica del teatro come ambiente di lavoro.

Le foto sono di Paolo G. DeMaio.

Condividi questo articolo!