Premio Rusticitas ricordando la maestra Spizzamiglio

9 Dicembre 2016

SEDEGLIANO. Grande festa al Teatro Plinio Clabassi di Sedegliano per l’edizione 2016 del Premio Gilberto Pressacco Maqôr Rusticitas promosso come sempre dall’Associazione don Gilberto Pressacco. Un’edizione speciale, quella di quest’anno, legata in particolare al ricordo di Padre David Maria Turoldo, nel centenario dalla nascita che si ricorda proprio in questi mesi nel cuore del Friuli. L’attualità degli insegnamenti di Padre Turoldo è stata dunque motore portante per l’assegnazione del riconoscimento che ha voluto premiare la capacità di trasmettere ai giovani e alle future generazioni i valori tipici della “rusticitas”: semplicità, frugalità, onestà, schiettezza, coerenza e rifiuto dei compromessi.

rusticitas-02Proprio i valori che, in quattro decenni spesi per l’educazione e la formazione dei giovani, ha saputo trasmettere l’educatrice friulana Mistica Spizzamiglio, maestra all’Istituto Comprensivo di Sedegliano, scomparsa improvvisamente nel settembre 2016. La comunità di Sedegliano si è dunque stretta intorno alla figura di Mistica Spizzamiglio, ricordata sul palcoscenico del Teatro Clabassi dalla famiglia, i figli Federico e Daniele affiancati dal giornalista Nicola Cossar, ma anche dal sindaco Ivan Donati, dal consigliere regionale Vittorino Boem, e soprattutto dalla vincitrice 2015, Angela Felice, direttore del Centro Studi Pier Paolo Pasolini di Casarsa, che ha tenuto una appassionante lectio sulla “madre” nella cultura friulana e nell’ispirazione di Padre Turoldo.

rusticitas01Il Premio è stato consegnato ai familiari di Mistica Spizzamiglio e idealmente alla sua comunità, rappresentata dal Sindaco di Sedegliano. Gli intermezzi musicali sono stati proposti dal Coro dell’I.C. di Tavagnacco diretto da Anna Mindotti con l’Orchestra della Scuola Media a indirizzo Musicale diretta da Gabriele Rampogna.

Ulteriore evento legato alle Giornate turoldiane a Sedegliano sarà, sabato 10 dicembre, nell’ambito del percorso legato anche al Progetto Maqôr 2016, la Sacra Rappresentazione “Il pianto muto delle madri”, per coro, voce e orchestra, in programma alle 20.30 nella Chiesa Parrocchiale di Coderno su testi di Turoldo per la voce recitante di Angelo Floramo. Il percorso letterario è a cura di Aldo Colonnello, le musiche sono del Maestro Maurizio Baldin.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!