Premio Hemingway: accordo triennale con pordenonelegge

27 Marzo 2021

LIGNANO. Il Premio Hemingway, e i suoi promotori, scommettono sul futuro, con la messa a fuoco delle prossime tre edizioni – quelle 2021, 2022 e 2023 – attraverso un accordo triennale di collaborazione siglato dal sindaco di Lignano Luca Fanotto e dal Presidente di Fondazione Pordenonelegge Michelangelo Agrusti. L’edizione 2021 del Premio, nel 60° anniversario dalla scomparsa del grande autore statunitense (2 luglio 1961), è già in calendario da giovedì 24 a sabato 26 giugno, come sempre a Lignano Sabbiadoro.

Sono confermate le quattro categorie portanti del Premio, quattro “angoli visuali” della poliedrica personalità di Ernest Hemingway: Letteratura, Avventura del Pensiero, Testimone del nostro tempo, Fotografia. Con l’aggiunta di una quinta categoria, “Omaggio Ernest Hemingway all’Ospitalità lignanese”, un “unicum” 2021 che permetterà di portare a Lignano anche uno dei vincitori del Premio Hemingway 2020, e di “saldare” così la frattura con il territorio di un’edizione celebrata solo in via digitale, a causa dell’emergenza coronavirus.

«Ringrazio il Presidente Agrusti per essere a fianco della Città di Lignano Sabbiadoro con la Fondazione Pordenonelegge per promuovere la cultura sul nostro territorio – ha dichiarato il Sindaco Fanotto -. Cultura e turismo sono infatti un binomio molto importante, che oggi vanno di pari passo, valorizzandosi reciprocamente. Oggi i turisti manifestano esigenze sempre più articolate, cercando durante la loro vacanza anche momenti di approfondimento e confronto culturale. Lungo le sue 36 edizioni il Premio Hemingway ha da sempre cercato di raggiungere questi obiettivi, permettendo di veicolare il nome, l’immagine e la conoscenza della nostra località per il tramite di intellettuali, giornalisti, scrittori e molti altri personaggi illustri, che hanno onorato con la loro presenza la nostra Città, come fece Ernest Hemingway».

«L’accordo – ha voluto sottolineare il Presidente Agrusti – ci proietta, speriamo, oltre il lungo anno pandemico che ha complicato e compresso le iniziative legate alla cultura, allo spettacolo e al turismo. Contiamo di imprimere una svolta già a partire dalla imminente edizione 2021: siamo al lavoro per garantire la presenza a Lignano dei vincitori, e per verificare la fruizione degli eventi da parte del pubblico, in sicurezza e con la piena ottemperanza alle norme previste, compatibilmente con il contesto sanitario generale, qualora l’evoluzione della situazione potesse permetterlo».

E si è riunita anche la Giuria del Premio, presieduta dallo scrittore Alberto Garlini, curatore di pordenonelegge, e composta anche da Gian Mario Villalta, Direttore artistico pordenonelegge, dallo storico della fotografia Italo Zannier, dal sindaco di Lignano Luca Fanotto e dall’Assessore alla Cultura Tiziana Gibelli in rappresentanza della Regione Fvg. «Stiamo definendo la rosa dei vincitori 2021 e il lavoro è a buon punto – spiega Alberto Garlini –. Siamo felici di gettare il cuore oltre l’ostacolo e guardare alla 37^ edizione del Premio Hemingway: in un momento difficile anche solo per la calendarizzazione degli eventi culturali, prima ancora della loro organizzazione, speriamo di poter dare un segnale forte di speranza e fiducia al territorio e al pubblico della cultura. Così come agli operatori turistici, in vista di un’estate che ci auguriamo più serena e più generosa di iniziative culturali realizzabili anche in presenza».

Condividi questo articolo!