Premio a Enrico Bertolino che il 4 apre Lagunafest a Grado

30 Luglio 2017

GRADO. Va ad Enrico Bertolino, attore e umorista, personalità poliedrica di entertainer e comico, motivatore e consulente d’azienda ma anche assessore alla cultura per un biennio a Ravello, la prima edizione del Premio Grado Lagunafest I care (e sosterrò le ragioni della leggerezza). Un riconoscimento assegnato dalla 14^ edizione di Lagunafest “per aver incrociato l’impegno umanitario legato alla onlus Vida a Pittinga, fondata nel nord del Brasile per dare ai giovani un futuro migliore, con lo humour inconfondibile, elegantemente corrosivo, che ha percorso la sua carriera artistica: testimonial esemplare di quella “vivacità e mobilità dell’intelligenza” descritte da Italo Calvino nella memorabile lezione sulla leggerezza”.

Enrico Bertolino sarà premiato giovedì 3 agosto, sulla Diga Nazario Sauro di Grado (ore 21) e sarà protagonista del talk inaugurale di Lagunafest 2017. InSOStenibile è il tema portante del dialogo che coinvolgerà il giornalista e critico tv Gian Paolo Polesini e Massimo Navone, il regista che per Bertolino ha firmato la messa in scena de “Le due giornate di Milano”. Sarà un vero “instant talk”, sulla scia delle ultime performance di Bertolino: l’occasione per ripercorrere la carriera e raccontare i nuovi progetti dell’artista, così come l’impegno socio-umanitario della sua onlus. Un’incursione legata anche all’attualità e affidata allo sguardo acuto e vivacissimo di Bertolino, artista capace come pochi altri di cogliere e portare in scena gli umori, le trasformazioni e le degenerazioni del nostro tempo.

Ancora una volta Lagunafest si propone di esplorare le passioni che alimentano il nostro quotidiano: lo farà, sul progetto di Sergio Naitza, Daniela Volpe e Paola Sain, dal 3 al 9 agosto nel centro storico di Grado, per iniziativa del Comune in sinergia con Banca di Cividale e Fondazione Carigo, in collaborazione con Hotel Astoria e con l’Azienda Skerk.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!