Premio Caraian assegnato al pianista Kostandin Tashko

9 Maggio 2019

Premiati e giuria del Caraian

TRIESTE. Il pianista Kostandin Tashko ha vinto la 33^ edizione del Premio Caraian per la musica. Il concorso, organizzato dalla Fondazione Lilian Caraian, in collaborazione con il Conservatorio Tartini di Trieste, il Conservatorio Tomadini di Udine, con il sostegno del Rotary Club Trieste, del Soroptimist Club di Trieste e della Fondazione benefica Kathleen Foreman Casali, era dedicato quest’anno al Pianoforte e ha visto iscritti in lizza giovani musicisti, legati alla nostra regione da vincoli di nascita, residenza o di studi qui compiuti. Al temine delle prove, la giuria, presieduta dal pianista Roberto Turrin, direttore del Conservatorio Tartini, e composta da Paolo Rodda, direttore artistico della Fondazione Teatro Verdi di Trieste, dalla presidente della Fondazione Caraian Anna Rosa Rugliano e dai pianisti Massimo Gon e Luca Trabucco, ha decretato l’assegnazione del primo premio al pianista Kostandin Tashko, che ha eseguito con grande sicurezza un impegnativo programma con brani di Scriabin, Ravel e Liszt.

Nato a Tirana nel 1997, Tashko frequenta il Triennio Superiore di Pianoforte al Conservatorio di Trieste, nella classe di Teresa Trevisan. Interprete di notevole spessore tecnico ed artistico, si è già esibito come solista per varie istituzioni europee ed è risultato vincitore di una ventina di prestigiosi concorsi nazionali e internazionali. Il secondo premio è stato assegnato a Luca Chiandotto, di Latisana, diplomatosi recentemente con menzione d’onore al Conservatorio Tartini, sotto la guida di Flavio Zaccaria. Chiandotto, già vincitore del Premio Brunelli 2018 di Vicenza e di altri importanti concorsi pianistici, si è esibito in prestigiose sedi concertistiche, come solista e con orchestra, in Italia e all’estero. Al Caraian ha eseguito, con particolare estro, brani di Ravel, Liszt, Scriabin e Barber. Il terzo premio è andato al pianista udinese Alessandro Del Gobbo, distintosi in varie competizioni pianistiche e diplomato con lode e menzione al Conservatorio di Udine, dove si sta perfezionando attualmente con Franca Bertoli e Luca Rasca. Del Gobbo ha interpretato con notevole sensibilità pagine di Debussy, Ravel e Ligeti.

Diplomi di finalisti sono stati inoltre attribuiti alla pianista albanese Kristi Hifzi e al macedone Andrej Shaklev I vincitori si esibiranno nei concerti che si terranno, rispettivamente, mercoledì 8 maggio, alle ore 20.30 al Conservatorio di Trieste e venerdì 10 maggio, alle ore 18, al Conservatorio di Udine. L’ingresso al pubblico è libero, fino ad esaurimento dei posti disponibili. I premiati saranno inoltre ospiti, nei prossimi giorni, di una conviviale del Rotary Club Trieste. Oltre ai tradizionali riconoscimenti della Fondazione Caraian, i premiati hanno ricevuto borse di studio messe generosamente a disposizione dal Rotary Club Trieste, dal Soroptimist Club di Trieste e dalla Fondazione benefica Kathleen Foreman Casali.

Il Premio Lilian Caraian è l’occasione per ricordare, nel segno della musica cameristica, un’artista triestina polivalente e benemerita, Lilian Caraian, capace di eccellere nelle arti figurative, in campo musicale e nella poesia, ottenendo significativi risultati e riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!