Nuovo premio ai Freevoices

7 Settembre 2017

GORIZIA. Sarà la cornice del Teatro Kulturni Dom di Gorizia ad ospitare sabato 9 settembre, con inizio alle 17, la 15a edizione del Premio Maria Carta. Dopo le trasferte di Roma e Milano il Premio esce nuovamente dai confini della Sardegna per approdare, questa volta in Friuli a suggello del gemellaggio tra la città di Gorizia e il Comune di Sassari celebrato nel 2015 nel nome della grande cantante anche grazie alla collaborazione del locale Circolo Culturale Sardo che quest’anno figura tra i premiati.

Un’immagine del video

Il Premio Maria Carta è un riconoscimento di grande rilievo che in questi anni è stato conferito non solo ai più importanti esponenti della musica e dell’arte della Sardegna ma anche a personalità di spicco della cultura italiana come Carla Fracci, Ennio Morricone, Fiorella Mannoia, Eugenio Finardi, Angelo Branduardi, Vinicio Capossela, e molti altri. Tra i premiati di quest’anno figurano, oltre al Circolo Culturale Sardo, anche il Gruppo Giovanile Freevoices dell’Associazione InCanto di Capriva e la cantante sarda Maria Giovanna Cherchi, una delle voci più in vista del canto popolare dell’isola. Il Gruppo Giovanile Freevoices ha ricevuto l’importante riconoscimento a seguito delle esibizioni tenute lo scorso anno in occasione della 14a edizione del Premio con i concerti di Ploaghe e Siligo che hanno segnalato all’attenzione del comitato direttivo della Fondazione Maria Carta la bravura dei giovani coristi diretti da Manuela Marussi. Un riconoscimento dunque prestigioso per il coro isontino che si aggiunge agli altri premi conquistati in questi anni.

La serata del Kulturni Dom vedrà alternarsi sul palco, accanto ai premiati, gli altri ospiti del Premio che quest’anno sono gli Amici del Canto Sardo, Canto e Incantos, Mariano Melis e Fantafolk con la partecipazione straordinaria dei notissimi Tazenda. Il Premio conoscerà anche un’anteprima che avrà luogo sempre nella giornata di sabato 9 settembre al Centro Civico di Capriva (inizio 10.30) alla presenza del Direttivo della Fondazione Maria Carta, degli ospiti e delle più importanti istituzioni isontine che saranno accolte dal sindaco Daniele Sergon e, naturalmente, dai giovani Freevoices. Proprio nel corso dell’anteprima, durante la quale sarà presentato il Premio con le sue finalità e i suoi scopi, il gruppo Freevoices coglierà l’occasione per presentare al pubblico e alla stampa il suo primo video ufficiale realizzato nello scorso maggio nel Palazzo Coronini Cronberg di Gorizia.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!