E se potessimo parlare con gli animali? Cip cip bau bau

11 Luglio 2017

CODROIPO. La stagione estiva di Villa Manin si arricchisce di nuovi e coloratissimi appuntamenti legati al Teatro di Figura: una vetrina rinfrescante proposta nell’ambito dell’”Estate nel parco 2017” fra i viali, le radure ombrose e i sentieri. Appuntamento dal 13 luglio con il cartellone a cura del CTA – Centro Teatro Animazione e Figure, promosso dalla Regione con ERPAC. Giovedì alle 18 il sipario si alzerà su una produzione CTA, “Cip cip bau bau. Il linguaggio degli animali”, liberamente ispirato a una delle fiabe popolari italiane rilette da Italo Calvino, per la regia di Roberto Piaggio. In scena l’attore Loris Dogana – racconta la storia di un ragazzo che imparerà a comunicare con gli animali e, grazie a questa capacità così speciale, riuscirà non solo a mettersi in salvo, ma anche a mettersi in luce. Già, perché se lo straniero ha code e piume, come si fa a imparare la sua lingua e a mettersi davvero in comunicazione?

La produzione allestita da CTA racconta ai più piccoli una lingua particolare e affascinante, quella che intorno a loro parlano tanti piccoli amici a quattro zampe, o che svolazzano con becco e piume. E insegna a guardare all’altro per capirsi e fare amicizia. Giovedì 20 luglio si prosegue con “Il principe Bestia”, una produzione Oltreilponte di e con Beppe Rizzo, tratta da una novella popolare italiana del 1500: la storia di un principe venuto al mondo sotto forma di porcello, che potrà tornare umano solo dopo aver ricevuto il bacio di una sposa.

Condividi questo articolo!