Polinote online con Alberto Milani e la sua chitarra

21 Novembre 2021

Alberto Milani (Foto Sabrina Bonzini)

PORDENONE. Dopo il successo del Lab in presenza di lunedì scorso dedicato alla musica creativa improvvisata tenuto dal pianista e compositore Angelo Comisso, che ha coinvolto numerosi giovani musicisti in un momento di condivisione tra ascolto e pratica, continua la programmazione della Polinote Music Room con la trasmissione online dell’intervista a un interessante musicista pordenonese: Alberto Milani, chitarrista, compositore, side player e insegnante, che si racconterà tra musica ed esperienze di vita. L’intervista verrà trasmessa lunedì 22 novembre alle 21, come di consueto sulla pagina Facebook Polinote Music Room. A presentare e intervistare sarà l’insegnante Giovanni Gorgoni. Polinote Music Room è un progetto della scuola di musica Polinote, sostenuto da Fondazione Friuli, col patrocinio del Comune di Pordenone e la collaborazione di Sviluppo e Territorio.

Alberto Milani è un musicista, chitarrista e cantautore, nato nel 1983 a Pordenone. Inizia a suonare la chitarra da autodidatta all’età di 6 anni spinto soprattutto dall’amore per i Beatles; negli anni intraprende percorsi di studio sia di classica che di moderna, affiancando allo studio della chitarra prima quello del violoncello, poi del pianoforte, e intraprende già da adolescente un’intensa attività concertistica con diverse band. Dopo il liceo si immerge a tempo pieno negli studi musicali e consegue così in due anni il diploma Lizard con lode e menzione speciale, si inoltra nello studio del jazz e si dedica da subito all’insegnamento tra clinic e lezioni, lavorando per diverse accademie del Triveneto e preparando negli anni numerosi allievi ad esami quali Trinity, Bachelor of Arts, Mmi.

Oltre al suo impegno nella didattica è da sempre attivo nella propria produzione artistica. Nel 2008 vince il premio nazionale come Miglior chitarrista emergente alla convention dell’Adgpa, il suo secondo album strumentale “Stories by the bridge” del 2011 ospita il funambolo della fusion Scott Henderson in due brani; in seguito si dedica maggiormente alla musica sperimentale con un progetto trio di jazz-rock psichedelico e un progetto/concerto di sola chitarra. Dal 2017 è voce e chitarra della band stoner-grunge Sicko di cui esce il primo album nel maggio 2019, ha anche pubblicato un Ep solista (“Cracks”) di 6 canzoni nell’ottobre 2020. Da sempre, alla sua produzione musicale affianca impegni come turnista, alternandosi tra live e sessioni in studio; ha registrato e suonato live con diversi artisti di fama nazionale e internazionale, in particolare è dal 2014 chitarrista della band di Red Canzian, per il quale tuttora suona in studio e live.

Condividi questo articolo!