Poesie di Pasolini in una raccolta in lingua ceca

31 Marzo 2020

CASARSA. Nella Repubblica Ceca è stato pubblicato il volume “Pier Paolo Pasolini. Poesie-Bàsné”, la prima e più ampia selezione tratta dall’opera poetica di Pasolini, che comprende versi pubblicati in tutte le sue raccolte, comprese quelle che scrisse in lingua friulana, la lingua della sua amata madre, come ad esempio Poesie a Casarsa del 1942. Il libro è in ceco con il testo originale a fronte: la traduzione è stata curata da Alice Flemrová e Tomáš Matras, quest’ultimo anche responsabile della scelta delle poesie e dell’introduzione al volume. Di particolare interesse il poema autobiografico intitolato Il poeta delle ceneri / Básník popela, pubblicato in Italia solo nel 1980, dopo la sua morte, dove Pasolini rivela le verità segrete sul potere politico ed economico e sul fondato pericolo della decomposizione della società moderna e postmoderna. Il fascicolo è arricchito dalle tavole con le incisioni di Giovanni Battista Piranesi.

Poesie scelte:
Dedica /Ploja tai cunfíns /Il dì da la me muàrt /Il nini muàrt /O me donzel /Tornant al país /Ciant da li ciampanis / La diversità che mi fece stupendo / Alla mia nazione / Hymnus ad nocturnum / Splendore / La Guinea / Profezia / Io sono una forza del Passato / Supplica a mia madre / Ballata delle madri / Il sogno della ragione / Il poeta delle ceneri / Comunicato allˈAnsa (Un cane) / L’influenza del denaro sulla poesia/ Versi del testamento / Vedo / Navigate…/ Come se fossi / Versi sottili come righe di pioggia.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!