“Più brutto di così”, delicata storia sulla bellezza interiore

23 Luglio 2019

PORDENONE. Torna per il quarto anno consecutivo Teatri nel Giardino del Mondo, la rassegna teatrale della Scuola Sperimentale dell’Attore di Pordenone che costituisce una sorta di anticamera del Festival L’Arlecchino Errante, il quale si svolgerà poi a fine estate. Come sempre la rassegna a ingresso libero è proposta ai cittadini pordenonesi di tutte le età nel parco della Casa Madonna Pellegrina, partner del progetto insieme a Caritas della Diocesi di Concordia Pordenone, Comune di Pordenone e Fondazione Friuli. Dopo lo spettacolo, rigorosamente ad ingresso libero, gli spettatori sono invitati a fermarsi e condividere un’aperi-cena con cibi e bevande portati da casa, a cui, come da tradizione della rassegna, si aggiungeranno di volta in volta assaggi esotici a cura dei migranti ospiti della Casa Madonna Pellegrina (per informazioni: 393 8488934; 333 6876490). Spettacoli confermati anche in caso di maltempo: ci si sposterà al coperto.

Mercoledì 24 luglio alle 19 spettacolo Più Brutto di Così (La bella e il bestiolino) del Teatro al Quadrato di Tarcento con Gaia Davolio e Claudio Mariotti. Regia di Maria Giulia Campioli. Testo di Claudio Mariotti.

Chiudersi in sé stessi non è mai la soluzione. Mettersi davanti ad uno specchio per guardare e riguardare i nostri difetti, non ci aiuta ad eliminarli. Tutt’al più li accresce. Rompere i confini e mescolarsi con gli altri è l’unica soluzione. Scoprirsi uguali nella diversità. Lui è brutto e questo lo ha reso timido. Ha scelto di non aprirsi al mondo per paura di esserne ferito. Vive salvando insetti, quelli che nessuno vuole in casa, che tutti voglio schiacciare. Li salva e li porta in un posto sicuro. Lo considera un lavoro a sua immagine. Lei invece… beh… Lei è bella e solare, sorride al mondo ed il mondo le sorride. Lui e Lei sono vicini di casa. Lui l’ammira, ma Lei non sa nemmeno che esiste. Non lo sa perché Lui si nasconde sempre. Ha paura di essere rifiutato. Si sente brutto, mentre Lei è troppo bella, troppo buona, troppo… è troppo per Lui e basta. Si limita ad ascoltarla, seguirla, sognarla, stando però ben attento a non farsi mai vedere. Giorno dopo giorno, ammiratore anonimo, invisibile. Ha sempre fatto in modo di non incrociarla mai, neanche per sbaglio. Poi un giorno l’imprevisto: un attimo di distrazione, uno starnuto, due sguardi che si incrociano e tutto cambia.

LA COMPAGNIA
Ha una sede legale a Tarcento e una sede operativa a Carpi in provincia di Modena. In Friuli Venezia Giulia organizza “Trallalero”, il festival del Teatro ragazzi del Friuli Venezia Giulia. È una compagnia di produzione e di formazione. Nel campo del teatro ragazzi e per famiglie si distingue per uno stile molto dolce e delicato, dimostrando nella pratica, e grazie ad una buona dose di poesia, che non è necessario urlare o fare la voce grossa per ottenere attenzione. Gli spettacoli di Teatro al Quadrato raccontano di realtà molto vicine a noi (in questo caso ambientate in un condominio italiano) per diventare con leggerezza temi universali.

Condividi questo articolo!