Pineta: l’ex-tempore ha i suoi vincitori (anche i bambini)

5 Settembre 2016

DSC_1012LIGNANO. Conclusione con la premiazione al PalaPineta della seconda edizione dell’ex-tempore di pittura dedicata a Renzo Ardito, uno degli imprenditori che più ha amato Lignano e che più ha fatto per Lignano. Ad aprire la manifestazione Giorgio Ardito, presidente della Società Lignano Pineta, che ha ricordato il collegamento ideale con l’ex-tempore di Fontanabona (Pagnacco), dove il padre Renzo accompagnava i figli per farli partecipare all’evento. Un legame che è diventato fattivo ora con Arte Pagnacco, l’associazione culturale che co-organizza la manifestazione insieme alla società Lignano Pineta. Sul palco sono quindi saliti per un saluto l’assessore alla cultura del comune collinare Alessia Biason e il presidente di Arte Pagnacco Paolo Pividori. E’ seguito il momento dei “numeri” della seconda edizione, che Ardito ha così sintetizzato: totale iscritti 82, opere consegnate 73, nuova sezione bambini 19; provenienze Italia, Austria e Croazia. Il microfono per un saluto è poi passato ad Ada Iuri, assessore alla cultura del Comune di Lignano Sabbiadoro e al sindaco Luca Fanotto.

La parte ufficiale della manifestazione è stata condotta da Alessandra Spizzo, membro del consiglio direttivo di Arte Pagnacco e della giuria dell’Extempore, che ha presentato al pubblico gli altri membri della giuria: i critici ed esperti d’arte Enzo Santese, Antonio Giusa e Roberto Rizzi; Vera Ardito per la società Lignano Pineta. Ha quindi chiamato sul palco per primi i bambini. Il premio (un “Nemo” gonfiabile) è andato a Kevin Macor e Alessio Casti. Un omaggio (cappellino Lignano Pineta e libro per bambini) è andato a tutti gli altri piccoli partecipanti.

DSC_0933Il voto popolare ha decretato come migliore l’opera n. 10 di Niven Margaret Lilian di Buja. Due menzioni per le opere n. 65 di Infanti Paul Antoine di Sesto al Reghena e n. 8 di Nicoletta Benvenuti di Udine. E’ stata poi la volta dei vincitori dei premi in denaro: terzo classificato opera n. 62 Beppino Tosolini di Martignacco; secondo classificato opera n. 28 Radoslav Putnik di Pola in Croazia; primo classificato opera n. 22 Ceppellotti Beatrice di Codroipo. Dopo la consegna degli attestati e le foto di rito, la serata si è conclusa con un rinfresco nel PalaPineta del Parco del Mare a Lignano Pineta.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!