Il piccolo spazzacamino in scena a Trieste (Tripcovich)

29 Aprile 2016

TRIESTE. Dopo il successo di pubblico composto da mille bambini delle scuole primarie della provincia pordenonese, “Il piccolo spazzacamino / The Little Sweep” approda a Trieste nella sala Tripcovich del Teatro Verdi di Trieste sabato 30 aprile, in duplice replica alle 11 e alle 16 aperta a studenti e adulti. Si tratta della rappresentazione dell’opera lirica di Benjamin Britten una co-produzione della Storica Società Operaia con il Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste che segna la prima collaborazione tra il sodalizio pordenonese e il teatro lirico del Friuli Venezia Giulia nell’ambito del progetto “All’opera ragazzi”. Protagonisti sono musicisti, cantanti attori, ma anche molti giovani studenti della regione. A iniziare dai cinquanta giovani allievi della scuola secondaria di primo grado Lozer che costituiscono il coro guida per le parti corali previste dalla partitura (diretto da Fiorella Mattiuzzo e Cinzia Del Col), e che sabato 30 saliranno sul palco triestino. A partecipare sarà anche una classe del liceo artistico Sello di Udine che si occuperà delle riprese video con cui produrranno un lungometraggio, oltre alla classe dell’istituto Ial di Pordenone cui spetterà la realizzazione del trucco e parrucco.

Matteucci Linda 02Lo sfruttamento del lavoro minorile è il tema de “Il piccolo spazzacamino / The Little Sweep”, opera eseguita in inglese (solo i dialoghi parlati in italiano) di cui i giovani allievi delle primarie pordenonesi e triestine hanno imparato le parti corali da eseguire assieme. La regia è del soprano Sonia Dorigo con la direzione musicale del maestro Eddi De Nadai. L’ensemble composto dalle prime parti dell’Orchestra del Verdi (Elia Vigolo e Giuseppe Carbone violini, Benjamin Bernstein viola, Tullio Zoret violoncello, Paolo Di Nisio timpani e percussioni) con al pianoforte la pordenonese Stefania Fassetta e l’udinese Bruno Sebastianutto accompagneranno i quattro cantanti professionisti per i ruoli principali (Marco Innamorati, Gianni Coletta, Emmanuela Grassi, Elisabetta Farris), i sei studenti di canto selezionati tramite audizione per i ruoli dei “ragazzi” (Kalliopi Petrou, Mateja Petelin, Ulyana Hevko, Elisabetta Vegliach, Laura Mellinato, Debora Del Do’), a cui si aggiunge la giovanissima Gein Mara, nel ruolo dello Spazzacamino. Per il progetto scenico e registico di Sonia Dorigo (assistita da Luca Ferrari) viene utilizzato il videomapping (a cura di Federico Cautero, con la collaborazione di Piera Rossi come light designer).

Lo spettacolo è realizzato con il contributo della Fondazione Crup oltre che della Regione Fvg; si tratta di un traguardo importante per la Storica Società Operaia che «con questa collaborazione con il teatro lirico triestino realizzerà la prima produzione operistica per ragazzi di livello regionale, uscendo per la prima volta dai confini della provincia di Pordenone» commenta Rosa Saccotelli Pavan, presidente del sodalizio.

Condividi questo articolo!