Piano solo di Andrea Virtuoso tra le note di Carnaval

12 Novembre 2018

TRIESTE. Con un piano recital dedicato a pagine seducenti di grandi compositori prosegue, mercoledì 14 novembre, il Cartellone Autunno – Inverno 2018 – 2019 dei Concerti del Conservatorio Tartini di Trieste, curato dal responsabile produzione Andrea Amendola con il Direttore del Conservatorio Roberto Turrin. Alle 20.30 nella Sala Tartini riflettori su “Carnaval”, il concerto che vedrà protagonista il giovane e talentuoso pianista Andrea Virtuoso, in un programma intitolato al “Carnaval” di Schumann, uno dei monumenti della letteratura pianistica e una delle opere più eseguite ed amate dagli interpreti.

L’idea dietro all’opera di Schumann è la rappresentazione in musica di un’ideale “sfilata di carnevale”, nella quale accanto ai personaggi tradizionali della Commedia dell’arte – Arlecchino, Pantalone, Colombina … – fanno la loro comparsa anche volti cari al compositore, come la futura moglie Clara, sotto il nome di Chiarina, ma anche il collega Chopin. Che cederanno il passo allo stesso Schumann nelle due maschere di Eusebio, la sua anima più sognante e malinconica, e Florestano, più impetuoso e appassionato. Precederanno l’esecuzione di “Carnaval” due grandi partiture di Franz Liszt e Maurice Ravel: ne ”La Vallèe d’Obermann” Liszt elabora in musica alcuni spunti del Romanticismo letterario e in particolare il romanzo Obermann di Étienne de Senancour. Gli otto brani dei Valses nobles et sentimentales di Ravel avvolgono con “scontrosa grazia” un’opera di grande eleganza e raffinatezza.

Ingresso libero previa prenotazione. Info 040.6724911 www.conservatorio.trieste.it

Andrea Virtuoso, classe 1996, è attualmente iscritto al Triennio Accademico di I livello presso il Conservatorio “G. Tartini” di Trieste. Si è affermato con ottimi risultati in vari concorsi (Vicenza, Piove di Sacco, “Premio Crescendo” a Firenze, Concorso “Città di Belluno” ecc.). Ha partecipato a molte rassegne concertistiche in Veneto, Friuli Venezia Giulia e all’estero (Croazia e Austria). È attualmente impegnato in un’iniziativa promossa con il Civico Museo Carlo Schmidl di Trieste, il Conservatorio di Trieste e il Conservatorio di Graz per la riscoperta del pianista e compositore dell’800 Carl Ferdinand Lickl, che trascorse gran parte della sua vita tra Graz e Trieste. A breve uscirà un cd che documenta il progetto. All’attività musicale affianca gli studi universitari ed è iscritto al primo anno della Laurea magistrale in Fisica Nucleare e Subnucleare.

Condividi questo articolo!