Piano recital domani al Tartini (18.30) di Mihajlo Zurković

18 Marzo 2019

TRIESTE. E’ in programma domani, martedì 19 marzo alle 18.30 nell’Aula Magna del Conservatorio Tartini di Trieste (ingresso libero) il piano recital dell’artista serbo Mihajlo Zurković. Un concerto dedicato a pagine di Fryderyk Chopin (Ballata op. 52 n. 4, Notturno op. 55 n. 2 e Grande Polacca Brillante op. 22), Pëtr Ilič Čajkovskij (Dumka op. 59) e Aleksandr Skrjabin (Deux Poèmes op. 32 e Sonata Sonate – fantaisie op. 19). Il recital rientra nella specifica rassegna “Note dall’Europa” che nasce in collaborazione fra il Conservatorio Tartini e le Accademie di Serbia, Montenegro e Bosnia-Erzegovina originatasi nel biennio 2015 – 2017 all’interno del Programma Erasmus+ K 107, riconfermata per il biennio 2017 – 2019 con le Accademie dei tre Stati Balcanici ai quali si è aggiunta la Bielorussia con l’Accademia di Minsk. I docenti ospiti di queste Accademie, musicisti di sicura caratura internazionale, propongono un concerto nell’ambito della loro permanenza per master formativi al Conservatorio Tartini, nel segno di una concreta cooperazione culturale fra realtà europee, segno distintivo da sempre della città di Trieste e del suo Conservatorio.

Mihajlo Zurković

Mihajlo Zurković è nato a Sombor, Serbia, nel 1978, dove ha inizia­to lo studio del pianoforte. All’età di 14 anni è sta­to ammesso alla Accademia di belle Arti di Novi Sad con una borsa di studio per giovani talenti, nella classe di Jokuthon Mihailović. Si è diploma­to ed ha ottenuto il livello Magistrale all’Accade­mia con lo stesso maestro. Attualmente Zurković sta frequentando il dottorato a Novi Sad sotto la guida di Biljana Gorunović ed è allo stesso tempo assunto in qualità di Professore Associato di Pia­noforte e Coordinatore del Dipartimento all’Ac­cademia di belle Arti di Novi Sad. Ha vinto nume­rosi premi in concorsi nazionali ed internazionali.

A partire dal suo primo concerto da solista tenuto all’età di 12 anni, Mihajlo Zurković si è esibito in più di 500 recitals, concerti di musica da camera e si è esibito molte volte come solista con diverse orchestre. Le sue esecuzioni lo hanno portato in tutta Europa, Cina, Giappone e Stati Uniti d’America. Ha partecipato al progetto “Operation 40 Fingers” per il quale ha compiuto una tournèe in Italia nella stagione concertistica 2007-08. Nel 2009 ha tenuto recitals in prestigiose sale di New York: due concerti nella Bechstein Concert Hall e un concerto nel Symphony Space. Nel 2010 ha proseguito la sua attività concertistica in Russia, esibendosi nelle più importanti sale di San Pietroburgo. Nella stagione concertistica 2013-14 ha preso parte al progetto Irish Dance Company con il Fabulous Beast Dance Theatre suonando Petruška e la Sagra della Primavera di I. Stravinskij in vari Festival in Germania e Irlanda. Nel 2012 ha fondato il Festival musicale “SO­MUS” nella sua città divenendone il direttore artistico. Sin dal suo esordio, il Festival è divenuto uno dei più importanti eventi festival della regione.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!