Sei personaggi in cerca d’autore al Teatro Nuovo

4 Dicembre 2017

UDINE. Arriva domani 5 dicembre, in prima regionale sul palcoscenico del Teatro Nuovo, Sei personaggi in cerca d’autore con la regia di Luca De Fusco e la partecipazione di un attore fra i più applauditi delle nostre scene come Eros Pagni. Il capolavoro di Luigi Pirandello, in scena a Udine da martedì 5 a giovedì 7 dicembre con inizio sempre alle 20.45, viene proposto al pubblico nel nuovo allestimento frutto della collaborazione fra i teatri stabili di Napoli e Genova.

Eros Pagni e Gaia Aprea

Al loro debutto nel maggio 1921 al Teatro Valle di Roma, i Sei personaggi furono accolti con diffidenza dal pubblico, che non apprezzò la forza dirompente della commedia. Opposto fu invece l’esito della seconda messa in scena al Teatro Manzoni di Milano, accolta da applausi calorosi: il primo positivo tributo a un testo destinato a tracciare un solco profondo nel modo di fare teatro, dove i temi così cari a Pirandello – il contrasto tra identità e apparenza imposta dal ruolo sociale e il fragile confine fra realtà e rappresentazione – appaiono in tutta la loro tragica evidenza.

A quasi cent’anni di distanza dalla prima rappresentazione, e a centocinquanta esatti dalla nascita dello scrittore di Girgenti, i Sei personaggi in cerca d’autore trovano nuova linfa vitale grazie all’interpretazione scenica fatta da De Fusco, uno dei più autorevoli hommes de théâtre italiani. Con quest’opera il regista porta a compimento il suo lavoro di contaminazione fra teatro e cinema iniziato con Vestire gli ignudi, sempre di Pirandello, nel 2010: una riflessione sulla natura di due linguaggi, quello teatrale e quello cinematografico, il cui confronto si affacciava prepotentemente alla ribalta già negli anni in cui avveniva la stesura del testo.

“Questisei personaggi che si offrono alla rappresentazione sembrano provenire dal mondo del cinema e chiedere di far sfociare il cinema nel teatro – spiega De Fusco -. Provengono da un altro mondo e non perdono occasione di sentirsi rinfacciata dal capocomico la irrappresentabilità della loro storia. La loro vicenda, così piena di ricordi, di visioni, di particolari di splendente importanza mi ha subito fatto pensare ad una trama che si presta ad essere rappresentata più attraverso l’occhio visionario del cinema che tramite quello più concreto del teatro”.

In scena, accanto ad Eros Pagni, Federica Granata, Gaia Aprea, Gianluca Musiu, Silvia Biancalana, Angela Pagano, Paolo Serra, Maria Basile Scarpetta, Giacinto Palmarini, Federica Sandrini, Alessandra Pacifico Griffini, Paolo Cresta, Enzo Turrin e Ivano Schiavi. Scene e costumi di Marta Crisolini Malatesta, luci di Gigi Saccomandi, musiche originali di Ran Bagno, video di Alessandro Papa, movimenti coreografici di Alessandra Panzavolta.

Mercoledì 6 dicembre, alle 17.30 la compagnia dello spettacolo incontrerà il pubblico nel foyer del Teatro per un nuovo appuntamento di Casa Teatro dal titolo “Il peso della realtà. Re senza terre” condotto da Roberto Canziani, studioso e critico del teatro. Ospite Gelindo Castellarin, psicologo, psicoterapeuta, psicoanalista, docente di Neuroscienze e psicoanalisi all’Istituto Freudiano di Milano

Biglietteria del Teatro aperta dalle 16 alle 19 (chiuso la domenica, il lunedì e i giorni festivi). online su www.teatroudine.it e www.vivaticket.it e nei punti vivaticket. Per info: tel. 0432 248418 e biglietteria@teatroudine.it. Previste speciali riduzioni per i possessori della G-Teatrocard.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!