Percussioni in concerto prima a Mortegliano poi a Udine

16 Luglio 2021

Dimitri Fiorin

MORTEGLIANO. Timpani, grancasse, tamburi, xilofoni, sirene e addirittura i bidoni. Questi sono solo alcuni degli strumenti che l’ensemble di percussioni dell’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani guidato da Dimitri Fiorin e Barbara Tomasin del Teatro La Fenice di Venezia porterà sul palco per “Drums!”. L’inusuale concerto è in programma sabato 17 luglio alle 21 nella Villa dei Conti di Varmo di Mortegliano e domenica 18 luglio, sempre alle 21 in Piazza Venerio a Udine, con ingresso libero.

In programma brani celebri e colonne sonore arrangiati per questo organico insolito composto esclusivamente da strumenti a percussione, a cui si affiancano capisaldi del repertorio specifico che verranno studiati dai musicisti insieme a Fiorin e Tomasin. Il concerto, infatti, conclude una masterclass di timpani e percussioni organizzata dall’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani con la collaborazione della Scuola di Musica Diocesana di Mortegliano e il sostegno della Regione. Ben 12 i giovanissimi partecipanti, la cui età media è 22 anni, provenienti da tutta Italia che avranno modo di studiare con i due timpanisti titolari dell’orchestra del Teatro La Fenice di Venezia.

Diplomatisi entrambi al Conservatorio Tomadini di Udine, Dimitri Fiorin e Barbara Tomasin hanno ricoperto il ruolo di timpanisti e percussionisti in alcune delle principali orchestre italiane tra cui il Teatro La Scala di Milano, il Teatro dell’Opera di Roma, oltre naturalmente all’orchestra del Teatro La Fenice di Venezia dove lavorano attualmente. Di rilievo anche l’esperienza come docenti di perfezionamento e alta formazione in timpani e strumenti a percussione, svolta in tutta Italia. È la prima volta che l’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani organizza una masterclass specifica per timpani e strumenti a percussione, e si inserisce nelle azioni promosse dall’unica realtà orchestrale interamente under 35 della Regione finalizzate non soltanto alla realizzazione di concerti, ma anche alla formazione di giovani e giovanissimi strumentisti.

Condividi questo articolo!