Pellegrinaggio musicale con la tastiera di Adelajd Zhuri

10 Dicembre 2019

Adelajd Zhuri

TRIESTE. Itinerari e traiettorie sonore nel tempo e nello spazio: sarà un autentico viaggio attraverso diversi Paesi e compositori europei il penultimo concerto della Stagione autunno-inverno del Conservatorio Tartini. Mercoledì 11 dicembre, dalle 20.30 nella Sala Tartini di Trieste (via Ghega 12), appuntamento con il piano recital del giovane artista albanese Adelajd Zhuri: un’esibizione che spazierà su musiche di Muzio Clementi Sonata op. 40 n. 2 in si minore, Franz Liszt Années de pèlerinage vol. II, Frydéryk Chopin Ballata n. 1 op. 23 in sol minore, Claude Debussy L’isle joyeuse, Michail Glinka Valse-Fantasie. L’evento è come sempre proposto con ingresso gratuito su prenotazione, info +39 040 6724911 www.conts.it.

Il pianista Adelajd Zhuri, classe 1998, ha intrapreso lo studio del pianoforte giovanissimo in Albania con la celebre didatta Valbona Kasaj. Vincitore dei concorsi internazionali “Diapason D’Oro” (2019), “ValTidone” (2019), “Città di Villafranca”, “Epta Albania”, si è esibito sia in qualità di solista, sia con diverse formazioni cameristiche. Nel 2017, in seguito all’audizione indetta dall’Accademia delle Arti di Tirana, ha ottenuto un concerto solistico nella prestigiosa rassegna musicale “Nei Suoni dei Luoghi” di Enrico Bronzi, suonando a Palazzo Locatelli a Cormòns. Dopo aver frequentato corsi di perfezionamento e masterclass con docenti di fama internazionale, dal 2017 è iscritto nella classe di pianoforte di Teresa Trevisan al Conservatorio di Trieste. Nel 2019 si è esibito in concerto in Italia e Slovenia come solista e in duo pianoforte-violino.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!