Passioni e Risurrezioni riprende con un trio francese

14 Novembre 2018

PORDENONE. Riparte venerdì 16 novembre, alle 20.45 a Pordenone, nel Duomo Concattedrale di S. Marco, il cartellone musicale della 27^ edizione del Festival internazionale di Musica Sacra, in programma fino al 19 dicembre nel segno di “Passioni e risurrezioni”. Riflettori per l’occasione su un evento concertistico di alta suggestione, il concerto “Illuminations” che vedrà protagonista un affermato Trio francese: Samuel Cattiau controtenore, Mathieu Saglio violoncello e Quentin Dujardin chitarra sono riuniti in un progetto di composizioni nuove e originali, ma ispirate ai testi e ai linguaggi musicali medievali e rinascimentali.

Attraverso l’ultimo album, “Resonance”, esplorano e (ri)scoprono le architetture sonore della polifonia sacra antica attraverso rivisitazioni originali, senza steccati musicali e in un itinerario di eccellenza che percorre le chiese e cattedrali di tutta Europa, come omaggio alla grande tradizione sacra occidentale. Accolto con successo il tutta Europa, l’album Resonance ispira il repertorio che in questo lavoro trova la sua matrice. La voce generosa di Samuel Cattiau ci porta a viaggiare con piacevolezza nei registri del controtenore e baritono, attraverso un percorso che accosta canzoni e composizioni di grande modernità, melodie profonde e toccanti: un invito alla bellezza, a meravigliarsi, e chissà, a trovare una propria “illuminazione”…

Il Festival internazionale di Musica Sacra dedicato a ”Passioni e risurrezioni” è promosso da PEC – Presenza e Cultura con la Regione, per la direzione artistica di Franco Calabretto ed Eddi De Nadai, ed è sostenuto da Fondazione Friuli, BCC Pordenonese, Diocesi Concordia Pordenone, Fondazione Buon Samaritano e Comune di Pordenone. Un programma di straordinaria varietà firmato come sempre fruibile con ingresso libero, esteso nel tempo e nel territorio, forte di collaborazioni nazionali e internazionali con artisti, festival e istituzioni italiane e di Polonia, Ungheria, Francia, Germania, Russia, Olanda. Info www.centroculturapordenone.it/pec

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!