PaleoMovies, il festival di documentari sulla preistoria

29 Novembre 2017

TRIESTE. Promosso e sostenuto dal Comune di Trieste in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio del FVG e la Società per la Preistoria e la Protostoria della regione FVG, il PalaeoMovies Film Fest, dopo il successo dello scorso anno, apre, alle 20 di giovedì 30 novembre, nella sede del Museo di Storia Naturale, l’edizione 2017 con un’ampia rassegna di film documentari sulla preistoria dell’uomo. La rassegna, curata dall’archeologo della Soprintendenza, Roberto Micheli, si propone, come sottolineato dalla direttrice del Servizio Musei e Biblioteche, Laura Carlini Fanfogna, “di diffondere nel grande pubblico i temi principali e le nuove scoperte nel campo della paleontologia umana e dell’evoluzione, dell’archeologia preistorica e della diversità culturale dell’uomo”.

L’enigma del Gran Menhir

Tra gli otto film documentari che verranno presentati nelle tre serate, per gli appassionati anche un’anteprima italiana: “Il colore degli Ovahimba”, un film di Loïc Quentin e Francesco d’Errico prodotto dall’Università di Bordeaux e Cerimes. ll film presenta il lavoro di una spedizione scientifica che visita i villaggi Himba in Namibia per documentare l’utilizzo degli unguenti rossi, l’ocra, da parte delle donne, comprenderne il significato e, nella misura possibile, trarre degli spunti per capire l’uso dei pigmenti rossi in Africa attestato da circa 160.000 anni.

Il festival, ricorda l’Assessore alla Cultura Giorgio Rossi, “è un esempio di progettazione condivisa dove diversi e qualificati soggetti collaborano per la realizzazione di iniziative di rilievo”.

Programma
Giovedì 30 novembre, ore 20.00 – Introducono Federica Gonzato, direttrice del Museo Archeologico Nazionale di Verona, e Marco Peresani, professore di Archeologia del Paleolitico ed Ecologia preistorica – Università di Ferrara e Verona – Progetto MuSST (Musei e Sviluppo dei Sistemi Territoriali) – Raccontare per immagini: il primo cinema della storia. “Obiettivo” sul Paleolitico: Fuoco, Movimento, Colore. Italia (2017), produzione Museo Archeologico Nazionale di Verona – Polo Museale del Veneto, durata 10 min. La grotta di Fumane, un film di Matteo Romandini, Italia (2014), produzione Università di Ferrara, durata 7 min. Il colore degli Ovahimba, un film di Loïc Quentin e Francesco d’Errico, Francia (2014), produzione Università di Bordeaux e Cerimes, durata 52 min.

Venerdì 1 dicembre 2017, ore 20.00 – Abitare nella preistoria. Le palafitte dell’arco alpino di Eugenio Farioli Vecchioli, Italia (2017), produzione Rai Storia e MiBACT, durata 49 min. La preistoria sulla roccia. L’arte rupestre della Valcamonica, di Eugenio Farioli Vecchioli, Italia (2017), produzione Rai Storia e MiBACT, durata 50 min. Proiezione dei film alla presenza del regista

Sabato 2 dicembre, ore 17.00 – Göbekli Tepe – La culla degli dei, un film di Tim Conrad, USA (2012), produzione National Geographic Society, durata 45 min. L’enigma del Gran Menhir, un film di Marie-Anne Sorba e Jean-Marc Cazenave, Francia (2016), produzione Fred Hilgemann Films, durata 52 min. Concerto del gruppo TRION 3 – Homo. Una giornata dell’uomo di Neanderthal. Pomeriggio, Sera, Il giorno dopo.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!