Otto acquerellisti in mostra

15 Ottobre 2021

UDINE. Alla Galleria ARTtime di Udine ha aperto i battenti la collettiva di acquerello “Con somma perizia e lucida attenzione”. La nuova rassegna è interamente dedicata all’affascinante tecnica dell’acquerello “Con somma perizia e lucida attenzione”, un titolo che esplicita le due caratteristiche fondamentali dell’acquerellista. Senza di esse creare un’opera equilibrata, precisa e potente è praticamente impossibile. Otto artisti/e presenteranno al pubblico le loro opere i cui soggetti sono diversi. Si va dal ritratto al paesaggio, dal dettaglio all’astrazione e troveranno spazio anche sperimentazioni assolutamente uniche. Rimarrà aperta e visitabile fino a giovedì 28 ottobre. Sabato 16 ottobre alle 17:30 avrà luogo il vernissage. Espongono: Marina Cordioli, Daniela Grignani, Virginia Masuino / Vir, Thorleif Neuer, Luigi Onofri, Sergio Toscano, Enza Viceconte e Andrea Zuppa.

Opere di Marina Cordioli

Scene di vita quotidiana, figure di donna, bambini di paesi lontani, questi sono i temi preferiti da Marina Cordioli. Il cromatismo vivace ma mai aggressivo tradisce l’origine veneta della pittrice. La linea compositiva e l’impasto cromatico raccontano le molteplici espressioni dello sguardo che sembrano invitare a una comunicazione intensa, coinvolgente. Ecco volti pensierosi di donna, accenni di sorrisi, sequenza di sguardi che raccontano l’infinito susseguirsi dei sentimenti di una persona. Volti ed atteggiamenti che descrivono l’autentica e semplice ferialità del cammino dei giorni. Anche se Marina Cordioli predilige la figura, soprattutto di donna, pure i paesaggi raccontano, in un gioco di luci e colori, l’accogliente aria di casa e il calore familiare.

Opere di Thorleif Neuer

L’acquerello è arte complessa, che richiede maestria, disciplina e lunga pratica. Daniela Grignani, da oltre un decennio, ha fatto suo questo strumento d’espressione, padroneggiando una tecnica che ormai le appartiene totalmente e attraverso la quale può esprimere un talento davvero singolare. Le sue opere ci raccontano di mondi sognanti, sospesi tra l’estasi della poesia e la crudele certezza del dissolvimento. I fiori colorati appena schiusi recano già i segni di un precoce ineluttabile disfacimento negli accenni umbratili delle lievi colature e negli spazi dolorosi che la tecnica consente all’artista. La pittura di Daniela Grignani insegna la bellezza e ne coglie tutta la sua fragilità, raccontando quanto essa appartenga all’attimo e allo sguardo attento a riconoscerla.

Autodidatta, Virginia Masuino / Vir si appassiona sin da piccola al disegno a matita, ereditando probabilmente una buona manualità dalla madre e dal padre. Ed è seguendo appunto le orme di quest’ultimo che consegue il diploma come Odontotecnica per poter proseguire con l’attività di famiglia. Nel tempo libero continua a dedicarsi al disegno, ormai vera passione. Inizia a sperimentare nuove tecniche: la pittura a olio su tela fa da apripista, per poi lasciare spazio all’acquerello, tecnica molto complessa. Le piace ancora spaziare tra temi paesaggistici e illustrazioni varie, in particolare l‘affascina quella botanica per le infinite possibilità cromatiche che può sperimentare dando nuova luce a un soggetto che all’apparenza sembra semplice o addirittura banale.

Opere di Luigi Onofri

L’architetto e urbanista berlinese Thorleif Neuer, responsabile tra l’altro dei quartieri residenziali Fennpfuhl e Frankfurter Allee, cattura col pennello le impressioni che prova durante i suoi viaggi. Lui stesso dice della sua attività artistica: “Con la pittura ad acquerello, ho trovato una tecnica di pittura impegnativa che, soprattutto nei grandi spazi aperti, costringe ad agire rapidamente e a pensare in anticipo, rende visibile l’immediato e richiede anche una grande sensibilità”. Dopo decenni di successi come architetto urbanista e l’apertura del proprio studio di architettura, Neuer dal 1992 nel periodo estivo è assiduo frequentatore di Usedom, Freest, Greifswald, Wolgast e Warnemünde, località evocative dove la natura è una continua fonte di ispirazione.

Nato a Pordenone, Luigi Onofri sin da giovanissimo manifesta una grande passione per l’arte. In età matura frequenta vari corsi, trovando nell’acquerello la tecnica più congeniale per esprimersi. Ha partecipato a importanti collettive e numerose personali. Membro dell’Associazione Italiana Acquerellisti, con cui ha esposto in prestigiose sedi, ha visto spesso selezionati i suoi lavori per rappresentare l’Italia in manifestazioni internazionali organizzate dalla European Confederation of Watercolour Societies. La travolgente passione di Luigi Onofri per l’acquerello si sostanzia in opere coinvolgenti nelle quali perdersi all’infinito. Questo originale interprete della pittura con i colori ad acqua ama dipingere con trasporto realizzando soggetti reali e immaginari.

Opere di Sergio Toscano

Sergio Toscano ha da sempre avuto una grandissima passione per la fotografia. Ha viaggiato tanto, visitando molte nazioni in tutto il mondo e ha sempre immortalato con scatti ispirati i panorami che più lo emozionavano. Dopo la pensione, avendo a disposizione molto tempo libero, ha deciso di imparare a dipingere. Ha scelto l’acquerello anche e – soprattutto – come sfida, per mettersi alla prova: si tratta infatti di una tecnica complessa, che richiede testa, cuore, talento e buona volontà. Sergio Toscano prende proprio spunto dalle foto da lui scattate in viaggio per dipingere i suoi acquerelli, luminosi, precisi ed evocativi; anche se differenti per impostazione tecnica, i magnifici paesaggi dipinti da Monet e Renoir rimangono per lui altissime e supreme fonti d’ispirazione.

Opere di Enza Viceconte

Enza Viceconte ama il posto dove abita: lo si vede dallo splendore dei bianchi dei suoi acquerelli, dai luccichii del sole che guizzano sulle carte che rivelano un’affezione sincera al luogo ritratto. Originaria della Lucania, subito dopo aver concluso l’Accademia di Belle Arti a Firenze si sposta sull’isola d’Elba, dove vive tutt’oggi, a Portoferraio, dove insegna e dipinge; ed è proprio questa magica isola il centro della sua ispirazione. Questo non è solo visibile nel mondo fatto di onde, di mare, di pescatori che ritrae. E’ qualcosa che vibra in una pennellata fluida, rapida, impregnata di luce e di colore e che si rivela essere una sincera empatia per quel mare, quel sole, quel mondo cui l’artista appartiene e che trasmette con meravigliosa sincerità al fortunato osservatore.

Opere di Andrea Zuppa

Andrea Zuppa si laurea in Architettura allo Iuav e attualmente è docente di ruolo nella scuola secondaria di primo grado. Da sempre è interessato al disegno, alla grafica e in particolare alla pittura ad acquerello e con tecniche miste. Durante gli studi universitari frequenta corsi di disegno e pittura e nel 2007 conosce Yuliana Manoleva che lo introduce nei suoi corsi a un nuovo modo di considerare e utilizzare l’acquerello. Continua tutt’ora la sua formazione frequentando corsi e workshop in Italia e all’estero. Partecipa a mostre estemporanee, collettive e ha curato le illustrazioni e la grafica di copertina di varie pubblicazioni. I suoi soggetti spaziano dal figurativo all’astratto, ma con una continua e costante ricerca di una nuova espressività che lo caratterizzi.

La mostra sarà visitabile fino al 28 ottobre in Vicolo Pulesi 6 a, con orario: lunedì dalle 15:30 alle 19 e dal martedì al sabato dalle 9 alle 12:30 e dalle 15:30 alle 19. Ingresso libero.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!