Omaggio a Tex in una mostra di tavole originali ad Andreis

6 Dicembre 2016

ANDREIS. Giovedì 8 dicembre alle 17 sarà inaugurata la mostra Tex Sfida nel Montana di Giulio De Vita, ed. Bonelli. A poca distanza dall’inaugurazione de l’Archivio del fumetto d’alta quota Paolo Cossi, l’Associazione Màcheri propone un grande evento nella storia del fumetto nella montagna pordenonese. Questa mostra di tavole originali rende omaggio a uno dei più longevi personaggi del fumetto italiano e mondiale, interpretata da una delle eccellenze pordenonesi nell’attuale panorama del fumetto italiano.

texQuesto albo rappresenta una scelta editoriale che vede la Casa Editrice Bonelli attenta a sviluppare storie di Tex in un formato e una cifra narrativa vicina alla produzione nel mercato francese, 46 pagine, su carta patinata, a colori, cartonato, un prodotto da libreria ma anche da edicola. Una splendida occasione per uno degli autori che meglio interpreta, in Italia, la peculiarità di realizzazione, grafiche e narrative che questo formato permette. Inoltre il lavoro si sviluppa in una location significativa, quella della montagna, dal momento che l’iniziativa è ospitata dal Comune di Andreis e dal Parco Naturale delle Dolomiti Friulane nel Centro Visite di Andreis. L’associazione ha scelto di incontrare la montagna, convinta che la particolarità del contesto, la sua storia, il rispetto dell’ambiente naturale e delle persone che lo vivono, sia un’incubatrice di un modo diverso di proporre il mondo del fumetto e la sua complessità con ritmi e narrazioni alla portata delle persone di qualsiasi età.

La finalità dell’Associazione Màcheri è la promozione e divulgazione dell’arte del fumetto, attraverso il centro di documentazione, l’organizzazione di corsi, incontri con gli autori, mostre ed eventi legati alla nona arte. Le proposte avranno diversa formulazione: laboratori per le scuole o gruppi nella giornata oppure percorsi di formazione a carattere residenziale della durata di più giorni. Màcheri gestisce l’Archivio del Fumetto d’Alta Quota PAOLO COSSI, basato sulla biblioteca privata di Paolo Cossi e sulle donazioni di autori, privati, case editrici e acquisti, archivio che a un mese dall’inaugurazione, ha aumentato, grazie alle donazioni, la sua disponibilità arrivando a 3.000 fumetti, tra albi, graphic novel, saggi e tesi di laurea. Il centro di documentazione, unico esempio nel Triveneto, nasce con l’intenzione di essere uno strumento d’informazione, studio e consultazione, per tutti: appassionati, studenti e curiosi dell’ampio universo del fumetto.

All’incontro di Andreis interverrà l’autore, Giulio De Vita, che dialogherà con Vincenzo Bottecchia, Vicepresidente dell’Associazione Màcheri. Nel pomeriggio, l’autore incontrerà una scolaresca in visita, e illustrerà la mostra. La rassegna rimarrà aperta tutti i sabati e domeniche fino all’8 gennaio dalle 15 alle 18, tranne nelle giornate del 24, 25, 31 dicembre e 1 gennaio.

Giulio De Vita è pordenonese, classe 71. Inizia a 16 anni come disegnatore pubblicitario, esordisce nel fumetto con “Lazarus Ledd” (1993, ed. Star Comics su testi di Ade Capone) e alcune copertine di supereroi per Marvel Italia. In seguito realizza la copertina di un disco “La Donna, il Sogno, il Grande Incubo” degli 883, storyboard di diversi videoclip musicali di artisti del calibro di Sting, Zucchero e Vasco Rossi (per la regia di Roman Polanski del video “Gli angeli”) e alcune regie. Ha realizzato character design del film “Aida degli alberi” di Guido Manuli e alla serie a fumetti “Kylion” (ed. Disney su testi di Francesco Artibani).

Successivamente approda al mercato francese che lo acclama come uno dei disegnatori realistici più apprezzati della sua generazione: “Les Ombres de la Lagune” (2000, ed. Soleil su testi di François Corteggiani), “Le Dècalogue” (2001, ed. Glènat su testi di Frank Giroud), “James Healer” (2002-2004, ed. Lombard su testi di Yves Swolfs), “Wisher” (2006-2010, ed. Lombard su testi di Sebastien Latour), “Les Mondes de Thorgal, Kriss de Valnor” (2010-2015, ed. Lombard su testi di Yves Sentes).

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!