Omaggio doveroso al fagotto nel concerto a Villa Vipolze

6 Settembre 2018

Aleksa Marinković

NOVA GORICA. Una serata particolare, dedicata a uno strumento cardine nell’orchestra ma troppo spesso sottovalutato: il fagotto. Sarà l’appuntamento che il Festival Internazionale di Musica Nei Suoni dei Luoghi, organizzato con il sostegno della Regione Fvg, propone a Villa Vilpolže (Slovenia), venerdì 7 settembre alle 20, in collaborazione con il Comune di Vilpolže, l’Accademia delle Arti dell’Università di Novi Sad e con il Kulturni Dom di Nova Gorica. Protagonisti della serata, Aleksa Marinković al fagotto e Kosta Knežević al pianoforte. Alle 19 sarà possibile partecipare alla visita guidata in italiano della Villa. Il concerto inserito nel circuito dedicato ai ”Legni”.

Il duo presenterà un interessante programma di compositori che esaltano il colore caratteristico e il timbro brunito del fagotto. Strumento insostituibile dell’orchestra, a cui non sempre i celebri compositori hanno dedicato la giusta attenzione, verrà invece valorizzato nel programma proposto, da Vivaldi al folklore di Weber fino al tango di Dubois, interessante compositore francese che assorbì dal maestro Milhaud la temperie disinvolta del gruppo parigino dei ”sei”.

Aleksa Marinković, nasce a Pancevo nel 1996. E’ studente al terzo anno dell’Accademia delle Arti dell’Università di Novi Sad, e finora ha vinto più di cento premi in concorsi in Serbia e all’estero. Fa parte dell’Orchestra Sinfonica di Belgrado e collabora spesso con altre orchestre in Serbia, tra le quali l’Opera di Novi Sad, l’Orchestra Sinfonica di Vojvodina, Makris Maker di Belgrado. Nel 2014 suona in Italia in un’orchestra diretta dal maestro Riccardo Muti composta da musicisti provenienti da famose orchestre dell’Europa e del mondo. Come solista suona con l’Orchestra Militare Stanislav Binicki e l’orchestra della scuola secondaria musicale Jovan Bandur. Viene premiato dal Consiglio Esecutivo di Vojvodina nel 2011 e ottiene i riconoscimenti “Dositeja” nel 2012 e nel 2013.

Kosta Knežević

Kosta Knežević, classe 1994, suona il pianoforte dall’età di sette anni. Si diploma nella scuola di musica “Kosta Manojlović” di Zemun, per poi conseguire la laurea all’Accademia delle Arti dell’Università di Novi Sad. dove sta frequentando i corsi di perfezionamento. Da solista si esibisce nel 2012 e nel 2017 al teatro della scuola di musica “Kosta Manojlović” di Zemun. Suona nel duo pianistico “Aura” con Uglješa Brkljač e da tempo collabora con il soprano Milica Petronijević. Al momento suona nel trio “Les Nounours” con Srđan Paunović (sassofono) e Teodor Ikanović (violino). Attualmente lavora come assistente al dipartimento di pianoforte dell’Accademia delle Arti dell’Università di Nin.

Prossimo appuntamento di Nei Suoni dei Luoghi, sabato 8 settembre, ore 21 al Teatro Odeon di Latisana, con ”Suggestioni a Nord-Est: parole e musica attraverso i 25 anni del Premio Letterario Latisana per il Nord-Est”, serata di letteratura e musica con il violino di Valentina Danelon, e l’arpa di Cristina Di Bernardo.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!