Omaggio a Charlot di Jordi Bertran e le sue marionette

23 Agosto 2017

GRADO. Arriva domani – giovedì 24 agosto – a Grado la ‘star’ del Puppet Festival 2017, in programma fino al 26 agosto per iniziativa del CTA – Centro Teatro Animazioni Gorizia e per la direzione artistica di Roberto Piaggio. Nel Gotha del Teatro di Figura mondiale il catalano Jordi Bertran ha certamente un posto speciale per la sua maestria nella tecnica della marionette a filo corto, ma anche e soprattutto per la capacità di costruire trame lievi e salde, attraverso le quali dona ai suoi personaggi una poesia inconfondibile, animandoli con espressività vitale e con umana verosimiglianza nei comportamenti e persino nei loro ‘tic’. Dalla sua Barcellona a Grado Jordi Bertran porterà, in esclusiva per questa estate 2017, uno dei suoi più grandi cavalli di battaglia, l’omaggio a Charlie Chaplin e al suo Charlot, di scena alle 21 nella Diga Nazario Sauro. “Circus” è uno spettacolo di clownerie in cui Bertran utilizza marionette ispirate ai personaggi dei film di Chaplin, animate sapientemente. Ogni gesto, ogni sguardo, ogni passo sono studiati con profonda accuratezza per sedurre il pubblico e generare coinvolgimento e partecipazione.

Jordi Bertran

Nel corso della sua lunga carriera Jordi Bertran ha ottenuto prestigiosi premi internazionali, partecipando ai maggiori festival del pianeta. Sono passati quasi trent’anni dal lontano 1977, anno in cui Jordi Bertran conobbe un gruppo di burattinai di Barceloneta, il gruppo Taller de Marionetas, diretto da Pepe Otal che gli fece conoscere il potere di fascinazione e la capacità di comunicare del teatro di figura. Dieci anni più tardi, nell’87, Bertran ha creato una compagnia tutta sua con spettacoli rivolti soprattutto a un pubblico adulto, in cui innovazione e poesia rappresentano i riferimenti più rappresentativi. Ha partecipato ai più importanti festival di arte scenica del mondo: il riconoscimento della critica e del pubblico si è tradotto in premi internazionali che riconoscono il magnetismo ipnotico dei suoi personaggi, capaci di catturare lo spettatore e rendere perfettamente la misura della suggestione del teatro di figura.

Non meno entusiasmante, domani al Puppet festival, sarà alle 19 in Calle Tognon il “Racconto d’estate” di Teatro Medico Ipnotico: il burattinaio Patrizio Dall’Argine ci porterà a conoscere i figli di celebri burattini, dall’emiliano Sandrone al francese Guignol, costretti a passare l’estate in città con altri amici, giocando sotto a un ponte. Un normale pomeriggio di canicola – ispirato ai film di Francois Truffaut – dove la realtà supera la fantasia trasformando la noia in avventura.

Puppet Festival rinnova domani l’appuntamento con “Il prato dei desideri”, dalle 10 alle 12, e con “Danze d’aria” dalle 16.30 alle 18.30: i due laboratori si concluderanno con l’evento performativo Flash Art venerdì 25 agosto, dalle 22 nel centro storico di Grado, con ingresso gratuito.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!