Omaggio al M. Elio Boschello e domenica Richard Galliano

15 Ottobre 2019

Coba

MONTEREALE. Terminata la sezione del festival a Matera realizzata con collaborazione con Eu-Japan Fest, il Fadiesis Accordion Festival prosegue a Pordenone mantenendo il ponte musicale avviato nella città dei Sassi col mondo nipponico. Già protagonista in Basilicata col suo trio, non poteva mancare all’omaggio al maestro comune, la popstar giapponese Yasuhiro Kobayashi, in arte Coba, autore e interprete di una musica rivoluzionaria, che va oltre ai generi, capace di esercitare un’attrazione magnetica sul pubblico, giocando su seducenti registri interpretativi: da momenti rock ad altri melodrammatici, con una passione speciale per la musica del nostro Paese, dove si è formato artisticamente.

A ricordare il maestro Elio Boschello giovedì 17 ottobre alle 20.30 nell’auditorium dell’ex Centrale Idroelettrica “A. Pitter” di Malnisio (Montereale Valcellina) in una reunion di vite, esperienze artistiche e ricordi saranno infatti i suoi allievi di ieri, oggi affermati concertisti che oggi calcano i palcoscenici di tutto il mondo, tra cui appunto Coba. Con lui e la sua band (Masahiro Itami chitarra, Shingo Tanaka basso, Masanori Amakura batteria) anche Gianni Fassetta, direttore artistico del festival ed Enrico Palù, ultimo allievo del maestro Boschello.

Tutto ebbe inizio a Venezia verso la fine degli anni Settanta quando Gianni Fassetta e la futura popstar Yasuhiro Kobayashi, erano allievi della prestigiosa Scuola di Fisarmonica del Maestro Elio Boschello. In quattro decenni, quel terreno di amicizia coltivato dai due giovani musicisti è diventato un vasto territorio di esperienze e di contaminazioni, capace di accogliere due mondi con le loro culture, attraverso concerti, scambi musicali, reciproche frequentazioni che hanno coinvolto un numero crescente di artisti dei due Paesi. Per tutti gli anni Settanta, Ottanta e Novanta la scuola fisarmonicistica del maestro Boschello di Mirano è stata punto di riferimento internazionale per l’evoluzione della fisarmonica e il suo inserimento nei Conservatori di stato.

Fisaorchestra Fancelli diretta da Boschello

Per oltre mezzo secolo Elio Boschello ha formato musicisti che hanno intrapreso importanti carriere concertistiche. Soprattutto, ha lasciato un patrimonio di umanità, dedizione e rigore che, a due anni dalla scomparsa, appare ancora più prezioso. Tra i suoi allievi a distinguersi per continuità didattica e soprattutto concertistica a livello internazionale sono stati proprio il giapponese Kobayashi e Gianni Fassetta e non è un caso che l’omaggio a Boschello, realizzato in collaborazione con l’Istituto Musicale Boschello Fancelli di Mirano, si svolga nel Comune di Montereale Valcellina: qui infatti Coba è venuto tante volte in visita ospite della famiglia Fassetta.

Compositore, arrangiatore, fisarmonicista istrionico, Coba, è un’icona della musica pop giapponese: una quarantina di album pubblicati, oltre un milione di copie vendute, celebri colonne sonore come quelle dei Pokemon, collaborazioni con musicisti e gruppi di prima grandezza, tra cui Goldie, Howie B, gli 808 State, gli Underworld, i Plaid, Björk.

Richard Galliano

Domenica 20 ottobre alle 18 all’Auditorium Concordia, a dare vita a uno straordinario Récital d’accordéon, sarà il fisarmonicista più noto al mondo, Richard Galliano, con brani suoi, di Debussy, Satie, Granados, Piazzolla e Legrand. Autore di brani leggendari entrati nella storia della musica, come Tango pour Claude e New York Tango. Il musicista francese di origini italiane è un artista poliedrico, capace di spaziare dal jazz a una sua originale interpretazione della musica popolare, alla musica classica, unico fisarmonicista a registrare per l’etichetta Deutsche Grammophon.

Con oltre cinquanta album all’attivo e collaborazioni con star del calibro di Chet Baker, Eddy Louis, Charles Aznavour, Serge Gainsbourg e tante altre, Richard Galliano è l’erede artistico di Astor Piazzolla, che lo ha ispirato a creare lo stile francese “New Musette”, alla stregua del suo rivoluzionario “New Tango” argentino. Compositore prolifico ed esecutore virtuoso, sia alla fisarmonica sia al bandoneón, Richard Galliano ha dedicato uno dei suoi lavori più recenti all’opera di Wolfgang Amadeus Mozart, aggiungendo un nuovo tassello alla sua straordinaria creatività musicale. Il suo progetto “Bach” con la Deutsche Grammophon ha battuto tutte le altre vendite tradizionali con oltre 50.000 unità vendute nel 2010.

Condividi questo articolo!