Oltreconfine è verso la fine Tappa a Santa Maria La Longa

8 Agosto 2018

SANTA MARIA LA LONGA. Si avvia alla conclusione il lungo, emozionante percorso della “passeggiata teatrale” nel progetto OLTRECONFINE 1918/2018, che giovedì 9 agosto arriva a S. MARIA LA LONGA. Il percorso teatrale “In cammino: la pace dei morti, il silenzio dei vivi” prenderà le mosse alle 20.45 dall’ex convento delle Clarisse in località Mereto di Capitolo e attraverserà strade e argini avvolgendo il filo rosso della memoria a 100 anni dalla fine della Grande Guerra. L’evento teatrale si configura come una processione laica, sulla quale il direttore artistico Francesco Accomando, Giampaolo Fioretti e Gianni Russo di Cikale Operose hanno lavorato per due mesi con un gruppo di attori non professionisti nella costruzione di una restituzione drammaturgica delle memorie raccolte.

«Il cammino ricorda i tanti che all’epoca della Grande Guerra, hanno attraversato, in cammino, il territorio di confine del Friuli – spiega il direttore artistico Francesco Accomando -. Migliaia e migliaia da Caporetto a dopo la fine della guerra, truppe in avanzata e in ritirata, militari in rientro dal fronte per la licenza, prigionieri ed ex prigionieri di ritorno, civili fuggiaschi, profughi, deportati… Tutta la narrazione di Oltreconfine parla di questo continuo movimento massivo. Così lo spettacolo ha la forma del camminare, una sorta di rituale laico che coinvolge attori e pubblico nell’atto del ricordare e nello stesso tempo è l’invito a un cammino collettivo da intraprendere per costruire una pace forse mai raggiungibile nella sua pienezza». Nel titolo c’è anche un paradosso, dato che «ci racconta come solo i morti hanno trovato finalmente la pace alle loro sofferenze, mentre per i vivi la guerra della miseria e della fame è continuata ben oltre il termine delle ostilità. Infine ai vivi è concesso il silenzio di una visita al camposanto, ma a loro appartiene anche il silenzio su tutto quello che non hanno voluto o potuto raccontare di quei giorni tremendi».

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!