Nuova rassegna organistica incomincia a Codroipo

22 Ottobre 2020

Beppino Delle Vedove

CODROIPO. Il già ricco e variegato programma del Festival organistico “Candotti” si arricchisce di un nuovo appuntamento. Al via venerdì 23 ottobre con un concerto del M° Beppino Delle Vedove “Sonitum Organi”, rassegna organistica della Chiesa di San Valeriano a Codroipo alla sua prima edizione. Un’occasione molto sentita nella comunità codroipese che potrà così ascoltare il nuovo Organo Francesco Zanin, inaugurato solo un anno fa. Uno strumento di pregio che, grazie alla rassegna, sarà protagonista e punto di riferimento culturale per appassionati e curiosi.

Il calendario degli appuntamenti della rassegna vedrà una serie di sette concerti e si articolerà in due parti: una Rassegna autunnale di tre concerti – che inizierà il 23 ottobre e coinvolgerà i due successivi venerdì, per concludersi il 6 novembre – e un ciclo di Concerti vesperali che si svolgeranno nelle quattro domeniche di Avvento, subito dopo il canto del Vespro.

Lorenzo Ghielmi

Il primo concerto si terrà, dunque, venerdì 23 ottobre, alle 20.45, con il maestro Beppino Delle Vedove, docente di Organo al Conservatorio Tomadini di Udine e organista titolare della Cattedrale del capoluogo. Venerdì 30 ottobre sarà, invece, la volta del M° Lorenzo Ghielmi, uno dei più importanti organisti a livello internazionale e una delle voci più autorevoli per quanto riguarda l’interpretazione del repertorio di J. S. Bach. Conclude questa prima parte della rassegna, venerdì 6 novembre, un concerto curato dalla Scuola di Musica “Città di Codroipo”.

Tutti i concerti si svolgeranno nella Chiesa di San Valeriano a Codroipo e sono a ingresso libero, fino ad esaurimento posti e in conformità con le norme anti Covid-19. “Sonitum Organi” è organizzata dalla Parrocchia insieme all’Accademia Organistica Udinese, con il patrocinio del Comune di Codroipo. È inserita nel programma del Festival Organistico Internazionale Friulano “G.B. Candotti” che, con il sostegno della Regione e della Fondazione Friuli, contribuisce concretamente a far conoscere il patrimonio organistico e organaro su tutto il territorio regionale.

Condividi questo articolo!