“Non smetteremo di credere nell’amore”: serata a Ovaro

6 Marzo 2017

OVARO. “Noi non smetteremo di credere nell’amore”: è il titolo che l’associazione culturale “Gruppo di Lettura Il Ponte” ha scelto per contenere in uno slogan il tema della serata dedicata alla Giornata internazionale della donna, in programma a Ovaro l’8 marzo, alle 20.30 nel Centro Socio Culturale. La manifestazione sarà una riflessione in musica e parole sul difficile tema della violenza sulle donne, che in questi ultimi anni sembra essersi drammaticamente acutizzata. Ogni giorno i media diffondono infatti notizie agghiaccianti di stupri, violenze, pestaggi, dentro e fuori le mura domestiche, fino al tragico e sconvolgente dato dei femminicidi: 106 lo scorso anno, e già 7 in questo inizio di 2017.

Per trattare il delicato argomento, “Il Ponte” ha chiesto la collaborazione dell’Azienda Sanitaria n. 3. Porteranno il loro contributo alcune psicologhe e assistenti sociali, delineando la vastissima tipologia che riguarda la violenza: da quella psicologica a quella fisica. Saranno presenti anche le Forze dell’Ordine. È infatti atteso l’intervento del Comandante dei Carabinieri di Tolmezzo e di Comeglians.

L’evento avrà inizio con alcune riflessioni in forma di monologo e proseguirà con poesia e danze delle interpreti del “Ponte”: Sabrina Bearzi, Chiara Di Piazza, Daniela Casanova, Katia Craighero, Giovanna Nieddu, Letizia Lena, Eleonora Mazzolini, Elisa Buzzi. Particolarmente significativa sarà la presenza dei giovani del gruppo: Daniele Zossi, Cristian Campaner e Rudy Valent. Passi di danza saranno affidati a Eleonora Mazzolini e Letizia Lena, mentre gli intermezzi musicali saranno curati dal maestro Johnny Dario.

Nel corso della serata sarà trasmesso il video “Mi chiamo Valentina e credo nell’amore”, indimenticabile performance di Paola Cortellesi.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!