Nei suoni del luoghi parte da San Giovanni al Natisone

3 Luglio 2018

SAN GIOVANNI AL NATISONE. Vent’anni: sono l’età più bella e spensierata della vita, mentre per un festival musicale che ha l’obiettivo di divulgare la musica ”colta”, rappresenta un traguardo di tutto rispetto, che ”Nei suoni dei Luoghi” taglia quest’anno confermando la sua continua volontà di rinnovarsi ampliando sempre più i suoi confini.

La rassegna, organizzata dall’Associazione Progetto Musica, con la direzione artistica del M° Enrico Bronzi e grazie al contributo della Regione, della Federazione delle Banche di Credito Cooperativo del Fvg e della CEI – Central European Initiative (che metterà a disposizione sei borse di studio per altrettanti studenti di Accademie dei Paesi Balcanici) anche nel 2018 unirà idealmente, con 35 concerti, un territorio transfrontaliero che toccherà 26 Comuni in Friuli Venezia Giulia, affiancati da Portogruaro, da quelli sloveni di Nova Gorica e Vipolže e da Cherso (Croazia), che per la prima volta ospiterà un concerto del Festival.

Resta saldo l’obiettivo della rassegna, in programma dal 4 luglio al 29 dicembre 2018: divulgare la musica “colta” tramite la promozione, accanto ad alcuni musicisti affermati, di giovani talenti italiani e stranieri, selezionati tramite apposite audizioni nelle migliori scuole di formazione musicale del Nordest italiano, dell’Austria e dei Balcani; il tutto nella suggestiva cornice di chiese, ville, giardini, teatri. Formula vincente non si cambia: ecco che a fianco della musica il pubblico troverà degustazioni di prodotti tipici locali, visite gratuite in luoghi di particolare interesse storico, architettonico e culturale, lezioni concerto.

Ad aprire la rassegna, il 4 luglio alle 21 nel giardino di Villa de Brandis di San Giovanni al Natisone, sarà la Big Tartini Band. Il gruppo proporrà la “Sweet Time Suite” – opera dalla scrittura estremamente lirica e, al contempo, ritmicamente disciplinata, quasi matematica – di Kenny Wheeler, uno dei più grandi esponenti mondiali del jazz. Il concerto è organizzato in collaborazione con il Conservatorio Tartini di Trieste.

Due giorni dopo, venerdì 6 luglio alle 20.45, il secondo appuntamento: a Palazzo Ghersiach di Villesse, il pianista Giacomo Menegardi proporrà alcune tra le più importanti composizioni pianistiche, dalla sonata n° 32 di Haydn alla n° 14 in do minore di Mozart, toccando l’anima romantica di Chopin, le peregrinazioni malinconiche e solitarie di Liszt e il raffinato descrittivismo di Ravel. Il concerto è realizzato in collaborazione con il Conservatorio di Musica “A. Steffani” di Castelfranco Veneto.

Condividi questo articolo!