Né schiave, né oggetti: premiati gli studenti

9 Dicembre 2019

PORDENONE. Alla Casa dello Studente A. Zanussi di Pordenone si sono svolte le premiazioni del concorso Né schiave né oggetti: solo donne un progetto del Comune di Pordenone, promosso da tutti i Comuni del territorio pordenonese aderenti al “Protocollo dei 50 Comuni”, Cinemazero, CoopAlleanza 3.0, Associazione Voce Donna, Associazione In Prima Persona e Carta di Pordenone. La volontà dei sostenitori del progetto è stata quella di impegnarsi per educare, cambiare una mentalità e incidere positivamente sulla formazione delle nuove generazioni, intendendo i giovani non come destinatari passivi ma come protagonisti del cambiamento.

Al concorso, che si è inserito nella rosa di azioni che puntano alla prevenzione e al contrasto della violenza sulle donne e alla educazione dei giovani, a un rapporto rispettoso e paritario tra donne e uomini e alla definizione di nuovi modi di relazione, hanno partecipato più di 23 Scuole Secondarie di Primo Grado del territorio, che hanno presentato degli elaborati grafici a tema, e 6 scuole secondarie di Secondo grado, con più di 60 soggetti per uno spot contro la discriminazione di genere.

A eleggere i vincitori la giuria composta dalla produttrice cinematografica Nadia Trevisan, la giornalista Marianna Maiorino e il fumettista Paolo Cossi. A salire sul podio, delle scuole secondarie di primo grado, l’istituto comprensivo di Pordenone Centro, con un elaborato di Virginia Riem, seguito dall’Istituto comprensivo di Pravisdomini e dall’Ics “Antonio Pilacorte”. La giuria ha voluto premiare questi tre elaborati per originalità, attinenza col bando, ma soprattutto, per aver affrontato un tema attraverso un linguaggio e una storia adatta alla loro età. Gli stessi criteri sono stati utilizzati per premiare Giulia Zanetti ed Emma Simon, entrambe del Liceo Scientifico “Le Filandiere” prima e seconda classificata al contest di scrittura per uno spot, riservato alle scuole secondarie di secondo grado. Terzo classificato Kevin Fadelli dell’Isis L. Zanussi di Pordenone. Ai sei vincitori sono stati donati dal Comune di Pordenone e da Coop Alleanza 3.0 buoni di diverso valore per acquistare attrezzature, materiale di consumo, libri, dvd e ingressi al cinema.

Centrali, in tutti gli elaborati proposti dagli studenti, esposti alla casa dello studente fino al 7 gennaio, i temi della conciliazione, della donna nel mercato del lavoro, della partecipazione alla vita pubblica, della violenza contro le donne, dello sfruttamento del corpo femminile nella comunicazione online.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!