Naturografie di Ghezzi ad Aquileia fino al 15 agosto

8 Agosto 2021

AQUILEIA. Unire idealmente, attraverso un’inedita forma d’arte visiva, le coste dell’alto Adriatico è il progetto realizzato dall’artista Roberto Ghezzi che nelle sue Naturografie, mette straordinariamente in dialogo Uomo e Natura. La ricerca di Ghezzi consiste nel posizionamento in diversi luoghi di tele su cui poi agiscono l’acqua, gli agenti atmosferici, gli organismi animali e vegetali. Il risultato finale sono affascinanti campiture materiche che testimoniano la presenza di invisibili micromondi naturali visibili nella mostra Naturografie, che trova spazio fino al 15 agosto ad Aquileia, nella Piccola Pinacoteca di via Roma (martedì – venerdì dalle 15 alle 18, mentre il sabato e la domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18).

Realizzata con il Comune di Aquileia, l’esposizione promossa da Start cultura – presieduta da Cristina Sain – è curata da Elena Cantori e Monica Mazzolini. L’allestimento offre gli esiti di un lavoro che ha coinvolto l’artista fin dall’individuazione dei luoghi di installazione, considerandone le caratteristiche estetiche, fisiche e biologiche. Coinvolti molti luoghi del Friuli Venezia Giulia: oltre a Trieste anche le riserve naturali dell’Isola della Cona, di Canal Novo e canale di Anfora. Per la realizzazione di questi lavori, Ghezzi ha posizionato le tele all’aperto in riva a uno specchio d’acqua o un fiume, lasciando poi agire il tempo e la natura: le Naturografie sono opere che non rappresentano il paesaggio, ma lo sono.

Previsto giovedì 12 agosto un laboratorio artistico esperienziale a cura di Daniela Di Gennaro, esperta di didattica dell’arte contemporanea, con la collaborazione di Sonia Cossar. Dopo la visita alla mostra, ai partecipanti è riservata una sperimentazione artistica all’aperto. Iscrizioni fino a martedì 9 agosto (Studio Didattica Dell’Arte: tel. 329.8339042; info@didatticadellarte.it).

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!