Natale a 6 corde e concerto rock con Ian Anderson

18 Dicembre 2019

Supermoka della solidarietà a Torre (Foto Ubaldo Pianezzola)

PORDENONE. Giovedì 19 dicembre il Natale a Pordenone scorre sereno tra attività per bambini letture, laboratori e musica. Diverse, in particolare, le iniziative nei quartieri. A Torre si parte sin dal mattino con TorrefAzione, in piazza Lozer a partire dalle 8.30: degustazione di panettone e caffè a cura dell’associazione Torre in concomitanza con AgriZero) finalizzata alla raccolta fondi in favore del Ges “Giardino Educativo delle Sorprese” della Aas5 Friuli Occidentale, con l’obiettivo di acquistare nuove attrezzature per i ragazzi disabili e destinare una cifra anche alle attività giovanili del quartiere. Nel pomeriggio invece, la biblioteca di quartiere ospita Aria di Natale, laboratorio per bambini e bambine dai 5 ai 10 anni a cura dell’Associazione Il Castello.

Spostandosi a Vallenoncello, alle 17, nell’oratorio della parrocchia s. Ruperto, si svolgerà lo spettacolo per famiglie Cecino e altre storie di bambini coraggiosi, a cura di Ortoteatro. Alle 17.30 al Museo di Storia Naturale inaugurazione della mostra Spazi Ri-Percorsi, esposizione delle opere realizzate dai detenuti della Casa Circondariale di Pordenone in occasione dei laboratori di Progettazione Manifesti Pubblicitari, Progettazione e Design e Tecniche di Mosaico, condotti dalle insegnanti Elena Gaglioti, Mila Marzotto, Dagmar Friedrich e Carolina Zanelli. Presentazione dei lavori a cura della critica d’arte Alessandra Santin.

Natale a 6 corde

Due gli appuntamenti musicali per giovedì. Alle 20.30 nel Convento S. Francesco a Pordenone Polinote e Segovia Guitar Academy propongono Natale a 6 corde con i solisti e gli ensemble della Segovia Guitar Academy, con musiche di Brouwer, Giuliani, Coste, Carcassi, Koshkin, Mertz, Mudarra, Villa-Lobos, Linnemann, Paradiso, De Falla.

Jethro Tull

Alle 21 al Capitol a dare vita a un concerto di solidarietà sarà la leggenda del rock Ian Anderson, reduce da un tour europeo con i suoi Jethro Tull, che conferma la statura, il seguito e l’inscalfibile successo della band. L’artista descrive così lo spettacolo: «Sia che il tuo Natale sia un affare di regali e riunioni di famiglia, o che sia un momento più̀ importante di celebrazione del calendario cristiano, unisciti a noi per un po’ di spirito natalizio, musica, letture e una preghiera o due». Lo spirito natalizio si traduce in tal modo in un’unione di persone di ogni provenienza, cultura e fede, in un luogo dove vivere insieme un momento di condivisione e solidarietà̀ prima del Natale.

Ian Anderson e il Capitol hanno concordemente deciso di devolvere l’incasso all’Associazione Via di Natale, che opera costantemente a beneficio dei malati oncologici e dei loro familiari. Ecco quindi un’occasione e un evento unici: un momento di follia musicale, bontà e solidarietà per vivere il Natale in modo costruttivo e vicino alla tradizione.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!