MusicAntica in quattro suggestive location

11 Luglio 2020

La conferenza stampa: l’intervento di Donatella Busetto

SACILE. Risuona “Di là da l’Aghe” l’edizione 2020 del Festival MusicAntica, ideato e promosso dall’Associazione Barocco Europeo per la direzione artistica di Donatella Busetto. Nell’anno del Covid, anche il festival, noto ed apprezzato per le sue proposte originali nella scoperta di repertori musicali e scorci storico-artistici, deve ripensare la sua formula, per mantenere il contatto con interpreti e pubblico “dal vivo”, ma senza dimenticare le opportunità di fruizione aperte dalla sempre più ampia platea web, curiosa e sintonizzata su nuovi contenuti culturali.

Per questo il festival, sostenuto dalla Regione Fvg e PromoturismoFvg, con la Fondazione Friuli e il Comune di Sacile, ha affiancato in questo nuovo percorso altri partner del territorio per tracciare un’ideale geografia musicale lungo il “Limes occidentale” del Friuli, in quella terra fra Livenza e Tagliamento lungamente contesa, tra Patriarcato di Aquileia e Serenissima Repubblica di Venezia, che proprio 600 anni fa, nel 1420, vedeva tramontare il vessillo della Patria del Friuli a favore della Dominante.

La manifestazione è stata presentata in videoconferenza stampa dalla direttrice artistica Donatella Busetto, con l’intervento dei Sindaci dei Comuni di Sacile Carlo Spagnol, di Sesto al Reghena Marcello del Zotto, di Sequals Enrico Odorico, degli Assessori alla Cultura del Comune di Pordenone Pietro Tropeano e del Comune di Sacile Ruggero Spagnol, della Regione con la consigliera Chiara Da Giau, e della Fondazione Friuli, rappresentata da Liviana Covre.

Ensemble “Il Terzo suono”

Quattro gli eventi proposti, nel periodo dal 13 luglio al 12 settembre in quattro luoghi particolarmente evocativi, scelti insieme alla Delegazione pordenonese del Fai-Fondo Ambiente Italiano, con il patrocinio dei rispettivi Comuni: l’antico Convento di San Francesco in piazza della Motta a Pordenone; Palazzo Ragazzoni a Sacile, con la splendida galleria affrescata di Francesco Montemezzano, oggetto di un recente restauro; la chiesetta campestre di San Pietro di Versiola, fin dal Duecento tra i possedimenti dell’Abbazia di Sesto al Reghena; Villa Savorgnan a Lestans in Comune di Sequals, dimora cinquecentesca oggi sede di eventi d’arte e di una raccolta archeologica con reperti dell’area tra Meduna e Tagliamento.

Tutte le location scelte, individuate non solo per la loro valenza storico-artistica, ma anche per le caratteristiche acustiche particolarmente adatte all’esecuzione della musica antica, saranno teatro di eventi “dal vivo”: alcuni soltanto con la presenza dei musicisti, altri anche con la presenza del pubblico. Tutti i concerti saranno registrati sul posto e quindi montati in prodotti video che comprenderanno anche un’introduzione storica curata da Giovanna Frattolin, archivista e ricercatrice storica per vari enti pubblici e privati (Comuni di Pordenone e di Porcia, Università degli Studi di Padova, Istituto Pio Paschini per la Storia della Chiesa in Friuli), che contestualizzerà luoghi e monumenti all’interno dei rapporti tra Patriarcato e Serenissima, fra Medioevo e Rinascimento. Una voce recitante condurrà infine il pubblico in questa esperienza immersiva, in cui musica, storia, antichi luoghi e personaggi potranno rivivere non soltanto nello spazio emozionale di un’esecuzione dal vivo, ma anche “sine die” per la platea web, grazie alla pubblicazione dei video in formula Première su Facebook e Youtbe in date e orari precisi, per poi restare a disposizione tra i contenuti promossi da Barocco Europeo nei propri spazi web e social.

Ad aprire il festival saranno i due “Overlooking Concert” con formula aperta al pubblico (su prenotazione gratuita, tramite la piattaforma web Eventbrite), che offrirà un primo “assaggio” dei contenuti che poi saranno più ampiamente registrati e diffusi in video via web, con Première su Facebook e Youtube. Lunedì 13 luglio l’Ensemble Terzo Suono di Pirano, ospite di Barocco Europeo grazie alla partnership con il festival Tartini e la Comunità degli italiani della città istriana, eseguirà alle 19 nel Convento di San Francesco a Pordenone il concerto “Italico Splendore”. Un florilegio di autori italiani barocchi da Vivaldi a Tartini, da Platti a Dall’Abaco, insieme alle musiche del sommo Haendel, saranno interpretati da Jasna Nadles al flauto barocco, Milan Vrsajkov al violoncello e Willem Peerik al clavicembalo. Seguirà la Première video sui canali social di Barocco Europeo il 30 luglio.

Biliotti, Raccanelli e Dona

Quindi il 21 agosto alle 17 nella chiesetta di San Pietro di Versiola, tra boschi e acque delle campagne di Sesto al Reghena, si potrà godere dell’anteprima del programma dal titolo “Chi la fa, l’aspetti!”, con musiche di Frescobaldi, Gabrielli ed altri autori tra Cinque e Seicento. Protagonista il duo di Elisa La Marca, giovane concertista internazionale, allieva del grande liutista Rolf Lislevand alla Hochschule für Musik di Trossingen, e Mauro Valli, violoncellista, tra i fondatori dell’Accademia Bizatina e oggi primo violoncello e solista de “I Barocchisti” di Lugano e del “Complesso Barocco” diretto da Alan Curtis. La registrazione video, sempre con musica e commento storico-artistico, sarà disponibile sui social il 3 settembre.

Terzo appuntamento di MusicAntica il 23 agosto direttamente su Facebook e Youtube, dove è prevista la Première dell’evento “Al chiaro lume di due stelle”, che sarà registrato in Palazzo Ragazzoni a Sacile. Protagonisti del concerto, dedicato alle Cantate di Francesco Barsanti, compositore italiano trapiantato in Scozia nella prima metà del ‘700, il Cenacolo Musicale, formazione cameristica di Barocco Europeo, con il contralto Francesca Biliotti, il violoncellista Massimo Raccanelli e la cembalista Donatella Busetto.

L’ultimo evento, sempre in Première sul web il 12 settembre, vedrà ancora protagonista il Cenacolo Musicale, con una diversa formazione: Paolo Perrone, violino, Carlo Zanardi, violoncello, Elisa La Marca tiorba e Donatella Busetto, cembalo. Nelle sale di Villa Savorgnan di Lestans eseguiranno e registreranno “Il violino sognante”, con sonate di Vivaldi, Tartini e F.M. Veracini. Così presenta il concerto Donatella Busetto, musicista e direttrice artistica della rassegna: “Un viaggio a Venezia, fra i canali, i rumori delle gomene e gli odori delle botteghe. Un violino suona, solo, ed apre un sipario su un mondo che fu, l’Italia della prima metà del 1700, il tramonto del barocco e gli albori del classicismo, quel periodo in cui ancora tutto è arte, affreschi, arazzi, statue, chiese, contrasti accesi, profonda umanità”.

Internazionale il parterre dei partner culturali del progetto: Rema-Early Music in Europe, la rete europea dei festival di musica antica, di cui Barocco Europeo fa parte, insieme alla rete regionale Fem-Friuli Early Music, Cidim-Comitato Nazionale Italiano Musica, Cei-InCe Iniziativa Centro Europea. La rassegna è realizzata anche con il contributo di Bcc Pordenonese e Monsile, Italiana Assicurazioni, Siac informatica, Hotel Italia Sacile, insieme al supporto tecnico di Claps.

Informazioni – Per i due Overlooking Concert del 13 luglio e 23 agosto, il pubblico potrà prenotare la presenza attraverso la piattaforma Eventbrite (con ingresso gratuito), fino ad esaurimento dei posti, organizzati naturalmente in sicurezza Covid-free. Tutte le Première video saranno diffuse online alle 18.30 nelle giornate stabilite e resteranno poi a disposizione senza scadenze sui canali Facebook e Youtube di Barocco Europeo.

Info e contatti: www.barocco-europeo.org | Facebook: barocco europeo | Youtube: baroccoeuropeo

Condividi questo articolo!