Musica in Villa porta Haydn e Mozart a Santa Marizza

19 Agosto 2016

VARMO. Domenica 21 agosto alle 21 a Santa Marizza di Varmo, nella Villa Bartolini Tammaro il ciclo di concerti itineranti Musica in Villa propone un concerto intitolato HAYDN E MOZART: QUARTETTI PER ARCHI, con Roberto Baraldi violino I, Samuel Angeletti Ciaramicoli violino II, Alessandra Commisso viola, Antonino Puliafito violoncello. In precedenza, alle 19 si svolgerà Bambini in villa > Animazione di lettura a cura dei lettori volontari della Biblioteca Civica.

I ventitrè quartetti per archi composti da Mozart sono un patrimonio musicale. Fra questi, i sei quartetti pubblicati nel 1785, dedicati e affidati all’amico e maestro Haydn – perché sia loro “Padre, Guida, ed Amico!” – staccano per l’innovatività e la bellezza libera da alcun modello che esprimono. E sono l’omaggio riconoscente del genio salisburghese proprio a Haydn e ai molti quartetti che questi compose, tanto da diventare il padre del quartetto moderno, che da mero genere d’intrattenimento con lui passa a essere elevata invenzione musicale. Un concerto unico che prevede l’esecuzione dei quartetti op. 33 n. 1 in Si Minore Hob.III:37 di Haydn e n. 14 in Sol Maggiore K387 e n. 19 in Do Maggiore K465 di Mozart.

Roberto Baraldi ha iniziato lo studio del violino all’età di otto anni presso il Conservatorio G. Verdi di Milano, sotto la guida di Wanda Luzzato. Nel 1981 e nel 1984 ha vinto il primo premio assoluto al Concorso Internazionale di Stresa e nel 1986 il Concorso Internazionale Ada Dal Zoppo a Mantova, a seguito del quale è stato invitato a partecipare a tre concerti a Honk-Kong. Nel 1988 ha ricevuto una borsa di studio quale allievo più meritevole del conservatorio e, a diciotto anni appena compiuti, si è diplomato con il massimo dei voti. Ha fatto parte dell’Orchestra dello Schleswig-Holstein Musik Festival e dell’Orchestra Giovanile della Comunità Europea (E.C.Y.O.), con le quali ha effettuato tournée in tutta Europa con maestri quali Leonard Bernstein, Vladimir Ashkenazy, Mstislav Rostropovich, Carlo Maria Giulini. Si è perfezionato alla Scuola di musica di Fiesole e nel 1995 ha conseguito il Solisten-Diplom al Consevatorio di Winterthur. Ha ricoperto per due anni il ruolo di primo violino di spalla presso l’orchestra de I Pomeriggi Musicali di Milano e per tre anni lo stesso ruolo presso l’orchestra dell’Ente Lirico Arena di Verona. Attualmente è violino di spalla dell’orchestra del Gran Teatro la Fenice di Venezia; con queste orchestre si è esibito come solista in più di una occasione. Ha effettuato registrazioni per case discografiche quali Nuova Era, Tactus, Naxos.

Samuel Angeletti Ciaramicoli ha frequentato il Conservatorio A. Steffani di Castelfranco Veneto e si è diplomato da privatista con il massimo dei voti. Si è perfezionato con l’ex spalla dei Berliner Leon Spierer. Ha collaborato con importanti orchestre, quali: Filarmonica della Scala di Milano, Teatro La Fenice e Filarmonica della Fenice, Kremerata Baltica e ha suonato nelle più prestigiose sale da concerto internazionali. Tuttora ricopre il ruolo di concertino dei secondi al Teatro La Fenice di Venezia. Suona un violino anonimo del ‘700.

Alessandra Commisso ha intrapreso lo studio della viola presso il Conservatorio J. Tomadini di Udine, per poi proseguire al Conservatorio A. Pedrollo di Vicenza, dove ha conseguito il diploma. Svolge un’intensa attività orchestrale anche come prima viola e fa parte dell’orchestra giovanile Arrigoni di San Vito al Tagliamento, con cui ha partecipato a vari festival e masterclass e ha registrato alcuni dischi per l’etichetta Amadeus. Ha collaborato con diverse orchestre, fra cui: Young Musicians European Orchestra di Ravenna, San Marco di Pordenone, Teatro Olimpico di Vicenza, Mitteleuropea di Udine, accompagnando solisti di fama internazionale tra i quali U. Ughi, F. Manara, M. Polidori, P. Vernikov, L. Armellini, L. Vignali. Ha suonato in varie formazioni da camera, prediligendo quella del quartetto d’archi, con la quale ha rappresentato il conservatorio di Udine nel 2011 ad Auxerre (Francia). Da marzo 2016 fa parte dell’Orchestra dell’Accademia della Scala. È laureata in Ingegneria Gestionale presso l’Università di Udine.

Antonino Puliafito,dopo essersi diplomato al Conservatorio G. Verdi di Torino, ha proseguito gli studi frequentando corsi di perfezionamento con maestri di fama internazionale (R. Filippini, E. Dindo, E. Bronzi, Trio di Parma). Dal 1997 al 1999 ha fatto parte dell’Orchestra Giovanile Italiana e ha partecipato a varie tournèe sotto la direzione di Maestri quali C. M. Giulini, E. Inbal, G. Sinopoli. Ha collaborato con le più importanti istituzioni musicali italiane ed estere, come Orchestra del Teatro Regio di Torino, Orchestra Sinfonica del Friuli Venezia Giulia, Orchestra dell’Arena di Verona, Filarmonica Toscanini, Orchestra della Svizzera Italiana, Junge Deutsche Philarmonie, Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova. Dal 2005 fa parte dell’Orchestra della Fondazione Teatro La Fenice di Venezia.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!