Musica, arte e sapori a Sacile nel segno d’Europa e Barocco

23 Ottobre 2016

SACILE. Sarà un intreccio d’arte, musica e sapori nel segno di un’Europa delle Nazioni che grazie alla cultura barocca condivise una straordinaria stagione di ricchissima fioritura intellettuale: questa è l’ambiziosa cornice scelta per incastonare le autentiche gemme che l’Associazione Barocco Europeo ha scelto per il suo progetto di musica e cultura 2016/17. Quattro i percorsi che si snoderanno con il “clou” degli eventi dal 26 ottobre al 4 dicembre e poi ancora con una coda a gennaio, per dare il via ufficialmente alle celebrazioni per i 450 anni dalla nascita di Claudio Monteverdi (1567/2017), cui sarà dedicato il “Laboratorio per l’Opera barocca” intorno al quale lavoreranno docenti ed allievi dei Seminari internazionali, in programma a Sacile a partire dal 30 novembre.

Sara Mingardo

Sara Mingardo

Sara Mingardo per canto e vocalità barocca, Edward Smith nel barocco francese al cembalo, il direttore d’orchestra Gianluca Capuano sul repertorio d’insieme monteverdiano e, novità di questa edizione, la presenza dell’esperto Maurizio Camarda come “personal coach” per un corso di formazione sull’orientamento delle carriere musicali: questi i nomi di spicco di un’offerta di alta formazione ormai entrata nel circuito delle migliori opportunità a livello internazionale per la specializzazione di cantanti e strumentisti, le cui iscrizioni si concluderanno il 10 novembre.

Tra migliori frutti di questi Corsi di perfezionamento (giunti ormai alla sedicesima edizione) si può senz’altro annoverare il cd registrato ed editato nel corso dell’ultimo anno dalle “Venice voices” ovvero un gruppo selezionato tra le più promettenti voci femminili allieve a Sacile di Sara Mingardo durante le ultime masterclass dei Seminari, impegnate su un raro repertorio cameristico di autori veneziani, in parte inedito o appositamente trascritto per l’occasione. La particolarità della proposta musicale, prodotta da Barocco Europeo anche grazie ad un’azione di crowd-funding tra il pubblico, ha attirato l’attenzione di una delle etichette più importanti per la musica antica a livello europeo, la Outhere Music (con sede in Belgio) per il suo catalogo “Arcana”. Con il titolo “Se con stille frequenti” il cd è già stato presentato dalla casa discografica ai più importanti referenti musicali (critici, rivenditori, stampa specializzata) e si appresta ora ad uscire sul mercato internazionale nel mese di novembre, preceduto da un’interessante video-intervista a Sara Mingardo.

Ma la cifra internazionale del progetto di Barocco Europeo 2016/17 sarà esplicitata soprattutto nel Festival MusicAntica, il calendario di eventi e concerti che tradizionalmente accompagna i Seminari, per promuovere anche tra il pubblico la conoscenza e la frequentazione del repertorio barocco. La novità di quest’anno è un’articolazione più ampia delle proposte musicali, con date a Sacile, Polcenigo e Pordenone, in sale da concerto e in piccole location di charme, che valorizzano il territorio e le sue risorse anche di accoglienza turistica. Il “Barocco delle Nazioni” sarà infatti abbinato a speciali “degustazioni storicamente informate” che sotto lo stuzzicante titolo “Not&Sapori” andranno a completare alcune di queste serate. Proprio questi appuntamenti col “Barocco nel piatto” saranno i primi ad aprire la lunga kermesse, che si avvierà il 26 ottobre con il concerto “Musica sensibile” nella country-house “Due Fiumi” di Sacile.

Cenacolo musicale

Cenacolo musicale

Altrettanto internazionale il calendario dei concerti del festival MusicAntica, che si aprirà il 22 novembre a Sacile in Palazzo Ragazzoni con il Cenacolo Musicale, ensemble cameristico di Barocco Europeo, interprete di un programma intitolato “Mitteleuropa e primo Classicismo” su musiche di autori attivi in quest’area nel primo Settecento. Si prosegue quindi viaggiando in Europa per il “Musicall Banquet” che attende il pubblico al Convento di San Francesco a Pordenone il 24 novembre. Ospite d’onore a Sacile il 26 novembre il gruppo di Praga “Musica Poetica”, fondato e diretto dal mezzosoprano Jana Janků, grazie al quale si consolidano le relazioni già avviate lo scorso agosto nella capitale Ceca. Finale come sempre riservato, ancora in Palazzo Ragazzoni a Sacile il 4 dicembre, al concerto degli allievi dei Seminari internazionali, evento dedicato quest’anno al tema “Venezia e l’Europa” ovvero un omaggio allo “stile italiano” nella scrittura dell’opera barocca.

Le attività di Barocco Europeo, sotto la direzione artistica di Donatella Busetto, sono realizzate grazie al contributo e patrocinio della Città di Sacile, della Provincia di Pordenone, della Regione, di TurismoFVG e di Fondazione CRUP, con Banca BCC Pordenonese e Banca Prealpi insieme a SIAC Informatica e Italiana Assicurazioni, grazie alla partecipazione del Comune di Pordenone e dell’Associazione “Il Continuo” di Cremona per la parte di ricerca musicologica e strumentale. Tutti gli eventi sono a ingresso libero.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!