Musei a confronto per una migliore offerta didattica

27 Settembre 2017

GORIZIA. Venerdì 29 settembre a Gorizia, all’Auditorium della cultura friulana, in via Roma 5, a partire dalle 9, si terrà un interessante confronto sui musei come centri di educazione e ricerca: si conclude infatti il percorso formativo per operatori museali dedicato alla didattica, realizzato dal Servizio catalogazione, formazione e ricerca dell’Ente Regionale per il Patrimonio Culturale (ERPAC) del Friuli Venezia Giulia, e che ha viaggiato lungo tutta la regione da Trieste a Pordenone per approdare anche a Villa Manin di Passariano di Codroipo.

Al mattino l’incontro vedrà la qualificata partecipazione di Veronica Ceruti, responsabile del Dipartimento educativo del MAMbo, il rinnovato Museo d’arte moderna di Bologna, che racconterà le esperienze avviate soprattutto nel settore della didattica. Nel pomeriggio invece i lavori saranno organizzati in modo innovativo: a partire dalle 14 ogni museo che ha partecipato al percorso di aggiornamento e formazione avrà 10 minuti di tempo per proporre alla platea la propria offerta didattica e le iniziative più significative perché possano diventare “buone pratiche” per tutti. L’intenzione è quella di favorire nuove modalità di apprendimento per una didattica sempre più inclusiva grazie alla condivisione, il dialogo e il confronto, anche direttamente tra scuole e musei. Sono dunque invitati tutti gli insegnanti che vogliono conoscere e interagire con il patrimonio culturale conservato e promosso nelle istituzioni museali regionali.

Il corso, inaugurato il 9 maggio e articolato in otto lezioni e sedici moduli, ha visto l’attiva partecipazione di oltre un’ottantina di operatori del Friuli Venezia Giulia, ospitando gli interventi di numerosi professionisti coinvolti, provenienti da università e musei italiani e non solo. Per citarne alcuni: la Città della Scienza di Napoli, i Musei di Storia Naturale ed Archeologia di Montebelluna, il Palazzo delle Esposizioni di Roma, e il MUDEC, Museo delle Culture di Milano. La panoramica sulle attività didattiche nelle diverse tipologie di realtà museali (nell’arte, nella scienza, nell’archeologia, nell’etnografia) attive fuori dai confini regionali si è dimostrata occasione irrinunciabile per un confronto costruttivo con i partecipanti al corso.

Tra i temi più discussi: i musei come servizi educativi, la sinergia tra scuola e museo, le linee guida per una efficace comunicazione, la progettazione culturale e le possibilità offerte dai fondi europei, il museo come luogo interculturale (in questo caso, il contributo è arrivato direttamente dall’University College London del Qatar). Per informazioni: www.ipac.regione.fvg.it; info.ipac@regione.fvg.it

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!