Mostra e libro dedicati ai disegni di Fernando Venturini

6 Dicembre 2019

Fernando Venturini

PALMANOVA. “Sarà un modo di ricordare la figura di Fernando Venturini. Una figura importante per la Città di Palmanova e per la nostra regione. Un uomo che ha saputo, con la sua penna e con la sua fantasia, disegnare, con immancabile ironia e sarcasmo, fatti e persone del nostro tempo e del nostro territorio”, così il Sindaco Francesco Martines vuole presentare la mostra e il relativo libro di vignette che la città di Palmanova, in collaborazione con l’editrice de Il Friuli, ha voluto dedicate al celebre vignettista scomparso dodici mesi fa.

“In Punta di Penna”, così si è voluto chiamare il duplice progetto che verrà presentato sabato 7 dicembre dalle 18 nelle sale del Municipio di Palmanova in Piazza Grande. Prima l’inaugurazione della mostra e, a seguire, la presentazione del libro. La pubblicazione sarà poi disponibile da venerdì 13 dicembre in tutte le edicole in allegato a il Friuli​.

“Potremmo ammirare ancora una volta parole, segni, espressioni, movimenti e situazioni che ci hanno fatto sorridere e pensare, che hanno saputo raccontarci una realtà diversa, darci una differente e originale visione delle cose. Come Amministrazione Comunale di Palmanova abbiamo fortemente voluto rendere omaggio alla figura di Fernando Venturini, mettendo in mostra le sue opere, il suo pensiero, la sua arte e le sue modalità espressive. Vignette che rimarranno per sempre e che ci racconteranno ciò che abbiamo vissuto e quello che era il fine pensiero di Fernando. I suoi polli, firma univoca della sua arte, sono e rimarranno nei nostri pensieri, anche dopo la sua prematura scomparsa. Palmanova, con questa iniziativa, rendendo il giusto merito alla moglie Marzia, alle sue due figlie Elisa e Silvia, celebra e testimonia la qualità del lavoro del loro congiunto”.

Un libro che troverà ampia diffusione e una mostra che, prima tappa a Palmanova, sarà poi portata in altre sedi regionali. Uno spaccato delle tante testimonianze che ci ha lasciato. ”Un uomo impegnato anche, e soprattutto, per la sua città, come amministratore e come cittadino attento e critico, ma sempre animato – conclude il Sindaco – da profondo spirito costruttivo. Un ultimo pensiero a lui, a ciò che ci ha lasciato, alla sua immancabile ironia”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!