E’ morto Gideon Bachmann, amico di Pasolini e di Fellini

27 Novembre 2016
Pasolini con Bechmann

Pasolini con Bachmann

PORDENONE. È venuto a mancare a Karlsruhe (Germania), dove risiedeva da molti anni, Gideon Bachmann (1927-2016), fotografo, regista, giornalista, amico di Pasolini e Fellini, uno dei protagonisti della storia del cinema recente. Intellettuale a tutto tondo, raffinato, poliglotta ed eclettico, viene pianto come una delle figure più originali del mondo del cinema, conosciuto in tutto il mondo per la sua vasta e variegata produzione, in particolare per essere stato in grado di raccogliere e documentare – ora con la macchina fotografica, ora con la cinepresa o con il suo fido registratore audio – le “storie” dei più importanti set della storia del cinema (8 ½, Salò o le 120 giornate di Sodoma, Nostalghia…) e testimonianze preziosissime legate alle sue innumerevoli conoscenze, dagli amici di una vita Pasolini e Fellini, ma anche Bertolucci, Ferreri, Scola, Cavani, Tarkovskji e molti altri ancora.

Una foto di Bechmann sul set di 8 1/2

Una foto di Bachmann sul set di 8 1/2

Cinemazero ne custodisce e valorizza lo sterminato patrimonio fotografico, filmico e sonoro, organizzando in tutto il mondo mostre sempre di grande successo con le sue eccezionali fotografie, pubblicando volumi (l’ultimo dei quali uscito nel 2015 per Chiarelettere) tratti dalle sue preziosissime conversazioni con i grandi della storia del cinema, diffondendo il suo cinema (documentari su Pasolini, Fellini, l’underground newyorkese di Ginsberg e Mekas…).

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!