Mondofuturo va in Antartide con un evento online

27 Aprile 2021

TRIESTE. Giovedì 29 aprile alle 14 Mondofuturo approda in Antartide, alla base italo-francese Concordia, dove è in corso la 17^ campagna invernale del Programma Nazionale di Ricerche in Antartide (Pnra) finanziato dal Ministero dell’Università e Ricerca e coordinato da Enea, per l’organizzazione logistica, e da Cnr per la parte scientifica. La base Concordia è una delle due basi scientifiche italiane in Antartide, si trova sul plateau antartico orientale, nel sito denominato Dome C, a 3.200 metri di altitudine, sopra 3.200 metri di ghiaccio, a una distanza di circa 1.200 chilometri dalla costa.

LA BASE CONCORDIA – www.italiantartide.it

Rodolfo Canestrari e Giusy Canestrelli, rispettivamente capo spedizione e medico della base Concordia, racconteranno cosa scandisce la vita in un deserto di ghiaccio, dove le temperature proibitive, l’atmosfera rarefatta, la mancanza di alternanza giorno-notte, e il completo isolamento dal resto del mondo rendono la missione una grande sfida, umana e scientifica.

Appuntamento da non perdere dunque con Mondofuturo: il ciclo di incontri che dai canali social del Trieste Science+Fiction Festival ci porta dentro e fuori gli schermi, nei laboratori di ricerca, tra le pagine di libri e fumetti, e sui set cinematografici per interrogarci su questo inedito presente e sul futuro, nostro e del pianeta. Questa volta Mondofuturo si avventura alla scoperta del continente di ghiaccio: un laboratorio di ricerca d’eccezione per studiare il clima che cambia. Ma non solo. La stazione Concordia è un punto di riferimento per la comunità scientifica internazionale impegnata nelle tante attività di ricerca svolte a Dome C.

Giovedì 29 aprile alle 14 sul canale YouTube del Festival della Fantascienza di Trieste, di questo e altro dialogheranno Rodolfo Canestrari e Giusy Canestrelli con la giornalista Simona Regina, regalando una testimonianza straordinaria dal luogo più isolato del pianeta.

Mondofuturo è un ciclo di incontri di scienza e fantascienza che nasce sulla scia degli “Incontri di Futurologia” del Festival della Fantascienza di Trieste. Il progetto, ideato e realizzato da La Cappella Underground e Trieste Science+Fiction Festival, si avvale del patrocinio della Sissa – Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati, di Area Science Park e di Inaf-Osservatorio Astronomico di Trieste.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!