Il mondo dentro uno scatto, progetto di Diamante Duca

5 Maggio 2017

UDINE. Sono stati presentati a Udine i risultati del percorso della studentessa friulana Diamante Duca, che grazie alla Fondazione Friuli ha potuto partecipare al progetto Quarto Anno Liceale d’Eccellenza e quindi trascorrere un anno di scuola in Toscana, allo Studentato Internazionale di Rondine Cittadella della Pace per un’esperienza di formazione e intercultura unica. Al fianco della giovane, che ha anche presentato il progetto che realizzerà al suo rientro a Udine, nato dall’esperienza formativa maturata a Rondine, il direttore generale della Fondazione Friuli, Luciano Nonis; il direttore generale di Rondine Cittadella della Pace Gianni Giovine; la Dirigente scolastica dell’Istituto Caterina Percoto, Gabriella Zanocco, ma soprattutto i veri protagonisti della mattinata: i giovani friulani ovvero alcune classi selezionate del Liceo Percoto di Udine insieme agli studenti del Quarto Anno Liceale d’Eccellenza a Rondine provenienti da tutta Italia che proprio in questi giorni hanno avuto l’opportunità di visitare le terre friulane attraverso un viaggio formativo sul tema del conflitto, che spazia dall’esperienza storica della prima guerra mondiale nel Friuli ai conflitti contemporanei. Insieme a loro nell’aula magna dell’Istituto Caterina Percoto due giovani dello Studentato, che hanno portato la propria esperienza di convivenza e formazione a Rondine: Issa, palestinese e Endrit, kosovaro.

“Con Rondine piantiamo un seme di progresso per far crescere il Friuli”. Uno sviluppo sostenibile​ e partecipato che lega la Fondazione Friuli al Quarto Anno Liceale d’Eccellenza di Rondine nel segno dell’alta formazione. È stato questo il fulcro dell’intervento di Luciano Nonis nel corso dell’evento. “Per crescere il Friuli ha bisogno di aprirsi al mondo, ha bisogno di giovani innovatori come gli studenti del Quarto Anno di Rondine – ha dichiarato Luciano Nonis, che ha aggiunto -. Per questo l’esperienza della nostra Diamante è così importante. Col suo progetto ci restituisce tutta la ricchezza della formazione di un anno di scuola a Rondine. È una giovane friulana che viaggia, si forma e torna in Friuli con un bagaglio di conoscenze da condividere, per i nostri giovani e con i nostri giovani”.

“Il mondo dentro uno scatto” è il progetto della giovane friulana. L’esperienza formativa a Rondine non si esaurisce infatti a giugno con la chiusura dell’anno scolastico, ma entra nel vivo con la realizzazione dei progetti di ricaduta sociale degli studenti. “Il mio progetto nasce dalla formazione fatta in classe e si unisce a un mio grande desiderio: riscoprire il mondo interiore che ognuno ha dentro di sé fino a portarlo fuori alla luce del sole – ha spiegato Diamante Duca -. Oggi siamo tutti troppo concentrati sull’esteriorità. L’apparire schiaccia il nostro essere. Attraverso le immagini e la fotografia vorrei invitare i miei coetanei a riflettere sulle grandi domande che abbiamo dentro e allo stesso tempo ci spaventano: chi sono? cosa è per me la felicità? qual è la mia più grande paura? Spesso uno scatto può rappresentare un mondo intero, il nostro mondo interiore”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!