Mexico, una sala cinema a Milano che lotta per esistere

24 Maggio 2017

Antonio Sancassani

PORDENONE. La X edizione de Le Voci dell’Inchiesta si è da poco conclusa con successo, ma non si ferma l’osservazione di Cinemazero sul mondo del reale, scovando nel panorama italiano documentari che sappiano raccontare con qualità la stretta attualità. Giovedì 25 maggio alle 21 a Cinemazero, infatti, il regista Michele Rho presenta al pubblico Mexico! Un cinema alla riscossa, dedicato a una delle realtà cinematografiche più sorprendenti in Italia. Il Cinema Mexico, gestito da Antonio Sancassani, è una delle ultime sale mono-schermo rimaste nella città di Milano, una perla rara nel mondo del cinema contemporaneo italiano, un’utopia che ogni giorno lotta per riaffermare il suo diritto di esistere, un esempio tangibile di come ancora oggi sia possibile andare al cinema, sognando il cinema.

Asserragliato tra show-room di moda, baretti di tendenza e agenzia di modelle, ultimo avamposto di un certo tipo di cinematografia, il Mexico da anni combatte contro il fantasma della chiusura respingendo le offerte di chi lo vorrebbe acquistare per trasformarlo nell’ennesimo spazio espositivo. La sua storia è legata alla figura del suo storico proprietario, che da trent’anni lo gestisce curandone maniacalmente ogni singolo aspetto, dalla programmazione alle presentazioni, con quell’amore e quella dedizione che si ha solo nei confronti di un figlio, inventandosi proposte completamente fuori dagli schemi per salvare il suo locale da chiusura certa. Il documentario, impreziosito dalle testimonianze di Maurizio Porro, Paolo Mereghetti, Luca Bigazzi, Moni Ovadia, Claudio Bisio, Giorgio Diritti, Barbara Sorrentini, Giuliano Pisapia, Luca Lucini, Isabella Ragonese, racconta la passione di Antonio Sancassani per il suo mestiere, dell’emozione che ancora prova quando si spengono le luci in sala, del profondo rammarico di non poter mostrare a suo padre ciò che ha costruito, della fatica di gestire un cinema in totale indipendenza e libertà.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!