Marina Sant’Andrea: Open day e premio Voce Adriatico

26 Maggio 2017

SAN GIORGIO DI NOGARO. Come accade per l’oggetto di ogni passione, anche il mare ha le sue icone, i suoi miti. Nella nautica d’altura da diporto, per esempio, vi sono barche che pressoché da sempre evocano in chi va per mare o negli amanti della marineria, l’immagine di una crociera da sogno, o il progetto di una traversata o di giornate intere trascorse sul mare. Come uno degli yacht realizzati dalla Nautor’s Swan. Con l’intento di avvicinare anche il grande pubblico, domani e domenica al Marina Sant’Andrea di San Giorgio di Nogaro è in programma Nautor’s Swan Adriatic open day. In aggiunta, con l’aiuto di alcuni produttori dell’agroalimentare friulano proporrà argomenti marinareschi e sapori rivieraschi, del Friuli centrale e della Riviera friulana.

Beppe Donazzan

Domenica mattina sarà presentato in anteprima per il Friuli il volume ‘Il Moro di Venezia’, sull’avventura veneziana alla Coppa America. La presentazione sarà il corollario del Premio Voce dell’Adriatico, giunto alla quinta edizione, che sarà assegnato per il giornalismo all’autore del libro, Beppe Donazzan, già caporedattore de Il Gazzettino. Nel suo volume Donazzan mette in luce lo sforzo, la passione, la dedizione che hanno spinto alla realizzazione dell’impresa del Moro di Venezia. Doti, che si ritrovano anche nell’autore del libro. Il quale con perizia giornalistica e da ricercatore è riuscito a trasmettere attraverso le pagine del volume l’entusiasmo, le sensazioni, lo stile di un’epoca, nella quale la spedizione veneziana alla Coppa America fu resa possibile dalla grande passione e dedizione di un imprenditore.

Nelle edizioni precedenti, il premio Voce dell’Adriatico, ideato da Fortunato Moratto, consigliere unico del Marina Sant’Andrea, e da Carlo Morandini, assieme all’ARGA FVG, l’Associazione regionale della stampa agricola, agroalimentare, dell’ambiente e territorio del FVG, assieme all’Associazione La Riviera Friulana, e con il patrocinio del Club UNESCO di Udine e di Italia Nostra, è stato assegnato, sempre per il giornalismo, a Cino Ricci, che domenica sarà presente alla cerimonia, per la ricerca ad Andrea Bergamasco, oceanografo, e a Corrado Piccinetti, il biologo di Linea Blu e Linea Verde, e per la comunicazione a Mauro Pelaschier.

Condividi questo articolo!