Marco Paolini torna al Gdu a raccontare Ulisse calzolaio

10 Febbraio 2020

UDINE. È un ritorno molto atteso quello di Marco Paolini al Teatro Nuovo Giovanni da Udine. Seguitissimo dal pubblico con ogni suo spettacolo – lo abbiamo visto impegnato sul palcoscenico friulano con Il Sergente (2004), Song 32 (2006), Itis Galileo (2012) e Numero Primo (2018), il grande autore, attore e regista bellunese sarà in scena mercoledì 12 febbraio alle 20.45 con il suo nuovo lavoro, Nel tempo degli dei – il Calzolaio di Ulisse coprodotto con il Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa, scritto a quattro mani con Francesco Niccolini e diretto da un compagno di viaggio di lungo corso, Gabriele Vacis.

Marco Paolini

Cantore attento, ironico, poetico e sempre nuovo del nostro Nordest, questa volta Paolini si avventura nel grande mare della mitologica greca per reinterpretare con il suo stile avvincente e personalissimo il personaggio di Ulisse. Spogliato dell’armatura luccicante che brilla nella nostra memoria e degli infernali riverberi danteschi, ex guerriero ed eroe, Ulisse si è ridotto a calzolaio viandante e da dieci anni cammina verso non si sa dove con un remo in spalla, così come il fantasma di Tiresia gli aveva profetizzato. Ha sterminato gli usurpatori del suo trono per volere degli Dei, ma invece di godersi la vittoria ha rinunciato al governo, ha abbandonato la moglie e il regno e soprattutto ha abbandonato gli Dei che lo vorrebbero trionfante e immortale. Indurito dagli anni, dall’età, dai viaggi e dai naufragi, pellegrino e invecchiato, Ulisse si rivolta contro i loro capricci, la loro ambigua volontà e non ha paura di pagare il prezzo della propria scelta.

“Ulisse più lo conosci e più ti porta lontano e la distanza (celeste e marina) è la condizione essenziale per comprenderlo e cantarlo – spiega Marco Paolini -. Perché di questo si tratta: un canto. Forse il canto. Antico di tremila anni, passato di bocca in bocca, e di anima in anima: il soul per eccellenza. Perché questa è la storia dell’Occidente, e tutto contiene: dal primo istante, quando nulla esisteva, e un giorno cominciò a esistere, a partire proprio da quelle misteriose, ambigue capricciosissime entità che questa storia muovono: gli Dei”.

Affiancano Marco Paolini in scena Saba Anglana, Elisabetta Bosio, Vittorio Cerroni, Lorenzo Monguzzi ed Elia Tapognani. Musiche originali di Lorenzo Monguzzi, luci di Michele Mescalchin, scenofonia, luminismi, stile di Roberto Tarasco. Aiuto regia Silvia Busato, fonica Piero Chinello, assistenza tecnica Pierpaolo Pilla, direzione tecnica Marco Busetto.

Giovedì 13 febbraio 2020 lo spettacolo replicherà con una matinée dedicata alle scuole (teatro esaurito).

Biglietteria del Teatro Nuovo Giovanni da Udine aperta dal martedì al sabato dalle 16 alle 19. Biglietti acquistabili anche online su www.teatroudine.it e www.vivaticket.it, nei punti vivaticket. Per info: tel. 0432 248418 e biglietteria@teatroudine.it

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!