Il malato immaginario va in scena a San Vito al Tagl.

21 Marzo 2017

SAN VITO AL TAGLIAMENTO. L’Arca Azzurra Teatro di Ugo Chiti è una delle compagnie più rappresentate a SanVitoTeatro, la rassegna teatrale promossa da Comune ed ERT. Ogni nuova creazione del gruppo toscano nel suo vagabondare per l’Italia ha fatto tappa all’Auditorium Centro Civico. Non farà eccezione l’ultimo lavoro, Il malato immaginario di Molière che il pubblico sanvitese potrà vedere mercoledì 22 marzo alle 20.45. Sul palco gli attori che hanno fatto la storia della compagnia: Giuliana Colzi, Andrea Costagli, Dimitri Frosali, Massimo Salvianti, Lucia Socci, Gabriele Giaffreda ed Elisa Proietti.

Dopo trent’anni di attività, dopo aver segnato con alcune produzioni di grande rilievo il cammino della drammaturgia italiana contemporanea, e allo stesso tempo dopo aver onorato alcuni appuntamenti ineludibili con quei “classici” più vicini alla natura e alla poetica del gruppo e del suo Dramaturg, Ugo Chiti, gli orizzonti di Arca Azzurra Teatro si aprono ad autori che appartengono al repertorio teatrale universale, con quei classici che possano comunque parlare al nostro quotidiano come e meglio di un’opera contemporanea.

Certamente dire che Il malato immaginario come tutti i classici parla apertamente all’oggi è quasi una banalità, ma l’ossessione ipocondriaca di Argante, la sua bulimia medicinale sembrano paradigmatiche di atteggiamenti apertamente contemporanei, come del resto la sua vulnerabilità ai raggiri degli esperti e dei dottori, che sono senza dubbio caratteristica della nostra società dove abbondano millantatori e maghi, ma dove i rimedi sono spesso peggiori dei mali.

Maggiori informazioni al sito www.ertfvg.it e chiamando l’Ufficio IAT di San Vito al Tagliamento (0434 80251).

Condividi questo articolo!