Il Maggio letterario chiude con la riforma costituzionale

12 Giugno 2016

TOLMEZZO. Martedì 14 giugno alle 18.30 nel Centro Servizi Museale a fianco del Museo Carnico “Michele Gortani”, si terrà l’appuntamento conclusivo del Maggio Letterario. Ospite della rassegna tolmezzina sarà Gianfranco Pasquino, accademico, politologo allievo di Norberto Bobbio, tra i massimi esperti di scienza politica, già Senatore per tre legislature e autore di numerose pubblicazioni. Presenterà i suoi ultimi scritti “La Costituzione in trenta lezioni” e “Cittadini senza scettro”.

Gianfranco PasquinoPartendo dal presupposto che riformare le Costituzioni e le istituzioni, nei sistemi politici democratici, è un compito tanto delicato quanto nobile, Cittadini senza scettro offre ai lettori gli elementi necessari per capire quali riforme sono in discussione in Italia, quali riforme sono già state effettuate, spesso male, quali criteri debbono essere utilizzati per valutarle. Mentre ne La Costituzione in trenta lezioni, Gianfranco Pasquino spiega come la Costituzione sia soprattutto un testo di straordinaria attualità, contenente ancora oggi le modalità e gli strumenti per migliorare la vita del nostro Paese. Che si parli di lavoro, di diritti civili, di libertà d’informazione, di conflitto d’interessi, di populismo, di principi di solidarietà o perfino della delicata questione della convivenza tra religioni, la Costituzione rimane un punto di riferimento imprescindibile.

L’incontro sarà dunque un’occasione per iniziare ad approfondire le tematiche legate al prossimo referendum costituzionale di ottobre. Dialogherà con l’autore Marco Craighero, assessore alla cultura del Comune di Tolmezzo. La serata è a ingresso libero.

Condividi questo articolo!