E’ l’ultimo giorno poi il capolavoro torna a “sparire”

2 Luglio 2016

sisma soffitto_AmalteoCODROIPO. Ultimo giorno domani domenica per visitare la mostra che Villa Manin ha dedicato ai 40 anni dal terremoto del 1976. L’esposizione, che racchiude un interessante lavoro dedicato alla memoria, è l’occasione per ammirare, dopo 40 anni, nella versione originale, il capolavoro cinquecentesco di Pomponio Amalteo: il suggestivo e colorato soffitto a lacunari dedicato al ciclo di santi e profeti, che si trovava nella chiesa di San Giovanni Battista a Gemona, crollata durante la catastrofe. L’occasione è unica e al momento irripetibile perché il soffitto non ha ancora trovato alcuna collocazione museale, e dunque dopo Villa Manin ritornerà, purtroppo, nell’anonimato.

Memorie. Arte, immagini e parole del terremoto in Friuli, a cura di Corrado Azzollini e Antonio Giusa, nasce in collaborazione con la Soprintendenza Belle arti e paesaggio Fvg e l’Azienda speciale Villa Manin. È una mostra che ripercorre, a quarant’anni dal sisma, i momenti dell’emergenza e della solidarietà, dei restauri e della ricostruzione. Leit motiv dell’evento, unico in regione, è un racconto a più voci, che offre, per la prima volta, un dialogo espositivo legato al tema della memoria e al recupero del patrimonio culturale “salvato”, come l’esposizione nella sala cinque del “lacunare” realizzato dal pittore cinquecentesco Pomponio Amalteo.

Dalla memoria storica, pubblica e privata, con l’esposizione di materiali giornalistici e radio televisivi del tempo, documenti cartacei, opere d’arte ed esempi significativi dei restauri architettonici, insieme ad opere legate alla solidarietà del mondo dell’arte, il percorso si snoda in diciannove stanze, e termina in nuovi progetti, dove la memoria è rivisitata in chiave contemporanea, con la proiezione in anteprima di Sopra le macerie, documentario realizzato per l’occasione dal regista Matteo Oleotto, e la presentazione delle opere create in residenza a Villa Manin da artisti nati dopo il 1976, selezionati da Andrea Bruciati. (Catalogo edito da Skirà). Orari: 10/19 – Biglietti: euro 5,00 (ridotto euro 3,00).

Condividi questo articolo!